I Classici sottotitolati in italiano

Pellicole cult e film che hanno fatto la storia del cinema, dalla sua nascita al 1980.

Moderatori: ivs, giuphish, darkglobe, Invisible

Rispondi
Avatar utente
darkglobe
Utente Avanzato
Utente Avanzato
Messaggi: 2611
Iscritto il: lunedì 9 febbraio 2004, 12:19
Località: Italy

I Classici sottotitolati in italiano

Messaggio da darkglobe »

Apro questo nuovo argomento perchè, parlando in privato con alcuni di voi, ci siamo accorti che vi sono moltissimi film classici, principalmente di origine americana, che non sono stati mai distribuiti in Italia oppure dei quali il doppiaggio, almeno per il momento, è del tutto irreperibile e per i quali ad oggi non esiste neppure un'alternativa con sottotitoli in italiano.
Per alcuni di questi film si trova a volte la versione sottotitolata in lingua originale sui canonici siti che si dilettano a questo scopo (opensubtitles, subscene, etc.).
Pur essendo la sottotitolatura un elemento che attiene a questioni relative a diritti ed affini, è pur vero che un lavoro privo di scopo di lucro che intenda promuovere un'opera di recupero culturale, garantendo che lavori "minori" del cinema classico siano fruibili anche in lingua italiana, sarebbe solo meritevole di plauso.
Per tale motivo proveremo col tempo a costruire un elenco di questi titoli un tempo fantasma ed oggi "recuperati" con i sottotitoli in italiano, la cui invisibilità è dovuta non tanto alla qualità artistica dell'opera, quanto al fatto che nessuno se ne sia mai occupato in Italia o abbia deciso di attivarsi per scovarne il raro doppiaggio, magari non del tutto perso.

REGOLAMENTO:
  • - Ogni utente del forum può proporre i propri sottotitoli in lingua italiana realizzati per uno specifico film classico (preferibilmente fino al 1980, ma sono accettati anche film più recenti, purchè antecendenti al 2000): si intendono film privi di doppiaggio in italiano o il cui doppiaggio sia andato perso e di cui non siano reperibili in giro sottotitoli in italiano, ovvero tali sottotitoli siano di qualità scadente.
    - Per proporre dei sottotitoli bisogna compilare una scheda simile a quelle dell'elenco presente al post successivo, corredata di locandina del film, titolo, anno di uscita e nome del regista, sinossi ed altre specificità del film, stato del doppiaggio, dei sottotitoli disponibili ed infine altre note utili.
    - I post accettati verranno inseriti nel secondo post di questo thread con eventuali piccole correzioni di formattazione; i post proposti verranno in ogni caso rimossi dopo la loro valutazione in quanto la scheda, se accolta, rimarrà solo nell'elenco generale.
    - Chi propone dei sottotitoli si impegna a renderli disponibili, in forma privata, ad altri utenti che ne facciano richiesta, a titolo gratuito; dall'elenco generale verranno rimosse tutte le schede i cui autori non rispettino questa regola perchè si tratterebbe di comportamento contrario allo spirito del forum ovvero alla condivisione di conoscenze sul cinema classico.
    - I sottotitoli potranno essere corredati, al loro interno, del nome o dell'alias dell'autore e dei riferimenti ad eventuali licenze creative commons o comunque licenze che favoriscano la libera circolazione delle opere di ingegno e con la chiara indicazione dell'uso non commerciale.
:-21
Avatar utente
darkglobe
Utente Avanzato
Utente Avanzato
Messaggi: 2611
Iscritto il: lunedì 9 febbraio 2004, 12:19
Località: Italy

Re: I Classici sottotitolati in italiano

Messaggio da darkglobe »

Immagine
Gabriel Over the White House (1933) di Gregory La Cava
Fantasy politico dell'interessantissima epoca pre-code, ambientato nell'America della grande depressione, ha come protagonista un presidente statunitense che ondeggia tra il democratico ed il fascistoide, una sorta di Roosevelt favorevole ad una "benevola dittatura" che per risolvere la crisi ricorre a leggi speciali e tenta di umiliare gli alleati della vecchia Europa. Il titolare della MGM assistendo alla preview andò su tutte le furie e ne impose corposi rimaneggiamenti. Sottotitoli: darkglobe

Immagine
The Chase - Incatenata (1946) di Arthur Ripley.
Film noir drammatico con Robert Cummings e Michèle Morgan, nel quale non manca una buona dose di suspence all'interno di una narrazione dallo sviluppo onirico ed in uno scenario di oppressiva sottomissione psicologica della protagonista. Sottotitoli: lu.ca.

Immagine
Crack-up - La banda dei fasificatori (1946) di Irving Reis
Noir diretto da Irving Reis (1946), con una fotografia molto ispirata al genere, in cui il protagonista, impersonato da Pat O'Brien, critico che disprezza l'arte moderna ed usa modi assai spicci e maneschi, si trova coinvolto in una torbida vicenda di falsificazione di dipinti. La sua bella (Claire Trevor) lo aiuterà a risolvere il caso. Sottotitoli: lu.ca.
Nota: trasmesso in passato su Cineclassic sottotitolato

Immagine
Any Number Can Play - Fate il vostro gioco. Film MGM del 1949 diretto da Mervyn LeRoy.
Il proprietario di una casa da gioco (Clark Gable), cui è stata diagnosticata una malattia cardiaca, deve affrontare da una parte il difficile rapporto col figlio (Darryl Hickman) e dall'altra una truffa organizzata da due gangster con la complicità del cognato (Wendell Corey). Sottotitoli: lu.ca.

Immagine
Sleep, My Love - Donne e veleni. Noir del 1948 diretto da Douglas Sirk.
Claudette Colbert è una ricca signora newyorchese il cui marito (Don Ameche), con l'aiuto di alcuni complici, fa di tutto per farla credere pazza. Sarà un giovanotto (Robert Cummings) presentatole da un'amica che riuscirà a sventare il complotto. Sottotitoli: lu.ca.

Immagine
Allemagne année 90 neuf zéro - Germania nove zero (1991) di Jean-Luc Godard
Non propriamente un classico questo film di Godard, ma una sorta di excursus sulla storia politica e civile della Germania, comprendente tra l'altro una marea di riferimenti cinematografici a vari classici sul tema: Germania anno zero, Marlene, Cronaca di Anna Magdalena Bach, Non riconciliati, Ragazze in uniforme, Aleksandr Nevskij, I Nibelunghi, M, Metropolis, Nosferatu, L'ultimo uomo, La caduta di Berlino, Lola Montez, Faust, L'ultima risata. Traduzione assai complessa dalla doppia lingua francese/tedesco che mi ha preso molto tempo, anche per i riferimenti letterari tra cui spicca Siegfried et le Limousin di Girardoux, testo forse mai tradotto in italiano. Del film ne esisterebbe una versione sottotitolata dalla RAI ma beato chi l'ha vista, tra l'altro credo non arrivi ai livelli maniacali della mia traduzione. Quella spagnola di opensubtitles è vera spazzatura. Sottotitoli: darkglobe

Immagine
Big House, U.S.A. - Un pugno di criminali: film MGM del 1955 di Howard W. Koch.
Un individuo senza scrupoli (Ralph Meeker) sequestra un bambino che si è smarrito in un campeggio estivo di montagna e ne ottiene il riscatto dal ricco genitore. Dopo aver occultato il denaro, viene arrestato e condannato per estorsione. In cella capita con quattro criminali incalliti (Broderick Crawford, Charles Bronson, Lon Chaney Jr. e William Talman) che lo trascineranno in una fuga, accuratamente organizzata, allo scopo di impadronirsi del bottino. Ottimamente ambientato e interpretato, il film è assimilabile in parte al genere carcerario, ma è rivolto più che altro ad esaltare l’efficacia investigativa dell’FBI e delle istituzioni americane in genere. Sottotitoli: lu.ca.
Nota: trasmesso sulla RAI con doppiaggio in italiano negli anni '90, edito da A&R con doppiaggio d'epoca

Immagine
Count the Hours! - Le ore sono contate (1953) di Don Siegel
Un uomo (John Craven) viene ingiustamente accusato di duplice omicidio, ma le prove sono tutte contro di lui e rischia la forca. La moglie (Teresa Wright), disperata, fa di tutto per salvarlo convincendo uno stimato avvocato (Macdonald Carey) ad assumerne la difesa. Costui dovrà penare parecchio per arrivare a scoprire il vero colpevole.
Crime sicuramente “minore”, in cui tuttavia si avverte la mano sicura del regista nella scorrevole costruzione narrativa e nella conduzione attoriale. Fra gli interpreti, tutti validi, spicca comunque la Wright (un’attrice a mio avviso non adeguatamente valorizzata dallo star system hollywoodiano), capace di rendere con intensa espressività quello che in definitiva è il tenero personaggio centrale.
Il film è stato pubblicato in dvd nel 2016 nella Warner Archive Collection, ma non ha sottotitoli di alcun genere. Sottotitoli: lu.ca.
Nota: trasmesso in passato su Fuori orario Rai 3 e Raimovie solo sottotitolato

Immagine
Black Friday (1940) di Alfred Lubin
Il migliore amico del famoso dottor Ernest Sovac, il docente universitario George Kingsley, viene investito mentre attraversa la strada. Per salvare la vita del suo amico, Sovac trapianta parte del cervello di un altro uomo nella testa del professore. Purtroppo, l'altro uomo era un gangster coinvolto nell'incidente. Il professore si riprende, ma a volte si comporta come il gangster e tutta la sua personalità cambia. Sovac è inorridito ma, poiché il gangster ha nascosto 500.000 dollari da qualche parte in città, è anche interessato perchè vorrebbe impossessarsi della somma per costruire un laboratorio in cui continuare i suoi esperimenti. Ma le cose prenderanno una piega inaspettata, sino a quando...
Buon film del 1940, inedito in Italia, con Boris Karloff e Bela Lugosi che offrono una apprezzabile prova recitativa nella parte del medico e del docente rispettivamente. Tra i personaggi femminili, si distingue la bella Anne Nagel nel ruolo della "dark lady", capace di aggiungere un pizzico di classe che non guasta mai in queste figure femminili.
Tra il drammatico e il noir, questo film abilmente diretto da Alfred Lubin offre una bella ambientazione d'epoca, con quel fascino che sempre hanno i film degli anni '40.
Il blu-ray fa parte del box "Universal Horror Collection" vol. 1 (zona A), pubblicato negli USA e recensito nell'apposita sezione classici da lu.ca. Sottotitoli: zasor56

Immagine
The female animal - L’animale femmina (1958) di Harry Keller
La celebre stella del cinema Vanessa Windsor (Hedi Lamarr) si invaghisce di Chris Farley (George Nader), un uomo più giovane di lei che per sbarcare il lunario, in attesa della grande occasione, si adatta a fare la comparsa. Per legarlo a sé, lei gli offre un lavoro come custode della sua villa al mare e lo utilizza come “accompagnatore” nelle manifestazioni mondane. In breve i due diventano amanti. Una sera Chris fa la conoscenza di Peggy (Jane Powell), la scapestrata figlia adottiva dell’attrice, e…
Nel solco maestro tracciato da Viale del tramonto, e con alcune venature mélo alla Douglas Sirk, il film (sorvolando su un titolo che oggi sarebbe improponibile) è un dramma sentimentale di buona fattura che tocca con accenti sinceri e a tratti anche commoventi i temi della seduzione e della solitudine. La sceneggiatura di Robert Hill (da un soggetto del regista e produttore Albert Zugsmith) si fa apprezzare, anche per l’abbondanza di brillanti battute e aforismi, in bocca per lo più al giocoso amico di Chris (Jerry Paris) e alla cinica collega di Vanessa (Jan Sterling). Le restrizioni dell’allora vigente codice Hays sono abilmente bypassate in alcune sequenze cariche di sottile sensualità (impagabile la doccia forzata in sottoveste cui Chris costringe Peggy per farle smaltire la sbornia).
La Lamarr (qui alla sua ultima apparizione sullo schermo) recita con la consueta classe ed eleganza; Nader (che si vide rovinare la carriera dalle indiscrezioni di stampa sulla sua omosessualità) si distingue per l’invidiabile self-control con cui cerca di resistere quanto più possibile alle avances femminili; la Powell (la radiosa Milly di Sette spose per sette fratelli) interpreta con smalto il suo personaggio malizioso e insieme sofferto.
Il film è inedito da noi in home video e il doppiaggio è ad oggi irreperibile.
Video di riferimento: il blu-ray pubblicato dalla Kino Lorber. Sottotitoli: lu.ca
Avatar utente
lu.ca.
Utente Senior
Utente Senior
Messaggi: 1134
Iscritto il: martedì 2 ottobre 2012, 14:33
Località: Italy

Re: I Classici sottotitolati in italiano

Messaggio da lu.ca. »

Come è stato detto, esistono centinaia di film d’epoca, per lo più di produzione statunitense o britannica, spesso pregevoli, che non sono mai usciti nelle sale italiane, o dei quali si è perso il doppiaggio o che sono stati sottoposti ad un ridoppiaggio talmente deteriore da far desiderare piuttosto di ricorrere alla traccia originale.
Fermo restando che la maggior parte di questi film, spesso sconosciuti o dimenticati, possono essere più o meno legalmente reperiti in rete (con una qualità peraltro non sempre ottimale), non c’è dubbio che l’operazione più ortodossa è quella di acquistare i relativi dvd (o blu-ray) originali e provvedere in proprio alla sottotitolazione in italiano.
Non sempre purtroppo i supporti originali, anche di etichette prestigiose che hanno meritoriamente recuperato pellicole di notevole interesse, possiedono i sottotitoli dai quali partire per la traduzione; in questo caso, a meno che naturalmente non si possieda una piena padronanza dell’inglese parlato (ma allora il problema non sussiste), o che non si abbia la fortuna di trovare in rete le sceneggiature, si può ricorrere, sempre per avere una base di riferimento, ai sottotitoli in un’altra lingua.
Girando in rete non è difficile accorgersi che i sottotitoli alternativi all’inglese più diffusi, almeno per i film USA, sono quelli in spagnolo, probabilmente per la vicinanza geografica e l’intenso scambio linguistico-culturale con i paesi del Sudamerica. Va da sé che tali sottotitoli non è detto siano sempre esenti da errori e imprecisioni e occorre quindi esaminarli attentamente prima di assumerli come base di partenza per la traduzione, ma in genere sono quelli più fedeli e attendibili.
Il lavoro di sottotitolazione di un film richiede non solo un’elevata conoscenza della lingua originale, ivi comprese le espressioni gergali, ma anche la conoscenza degli aspetti storici e ambientali che connotano l’opera. È un lavoro che richiede tempo e pazienza, ma che alla fine può risultare utile per chi ha difficoltà a comprendere la lingua e non riesce a star dietro al susseguirsi dei dialoghi, specie se veloce e serrato, con l’immediatezza necessaria. Mi rendo conto che ciò ha un costo e che qualche etichetta nostrana non è disposta a sostenerlo, ma i sottotitoli in italiano diventano una necessità imprescindibile almeno quando si tratta di film ridoppiati.
Un saluto.
Luigi
Avatar utente
Invisible
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 13954
Iscritto il: domenica 30 maggio 2004, 19:36

Re: I Classici sottotitolati in italiano

Messaggio da Invisible »

Un'altra piaga di alcune label e major sia italiane sia straniere che pubblicano in Italia (ma forse riguarda più i titoli recenti che non le edizioni dei film classici), è la mancata sottotitolazione degli Extra, cosa veramente odiosa... immaginate un bellissimo making of della durata di 1 ora, oppure un documentario inedito che diventa una chicca praticamente inutile in quanto non ci sono nemmeno i sottotitoli in inglese.

Comunque, per chi si vuole cimentare con la traduzione dei sottotitoli da altra lingua già disponibile (che è appunto il passaggio più conveniente in termini di tempo e fattibilità), suggerisco l'ottimo software gratuito Subtitle Edit, anche in versione portable, davvero funzionale e completo.
"Lui era bellissimo, ma Lei non lo vedeva proprio..."

Immagine
"It's the most horrible thing I've ever seen in my life!"

Immagine THE CINEPUZZLE
Avatar utente
leone510
Utente Avanzato
Utente Avanzato
Messaggi: 6397
Iscritto il: sabato 11 giugno 2005, 10:39
Località: napoli

Re: I Classici sottotitolati in italiano

Messaggio da leone510 »

Infatti, quello che a volte mi fa rabbia sono i film italiani (cult o classici) editati all'estero che non hanno i sott. agli extra, ma dico io vuoi pensare che un film italiano girato in italiano potrebbe interessare anche agli utenti italiani? Perché cavolo non metti i sott. italiani agli extra dico io? :-4

Ti entrerebbero anche più soldi in fin dei conti, quanta gente che non li compra per questo motivo c'è eccome, boh…? :-21
Avatar utente
darkglobe
Utente Avanzato
Utente Avanzato
Messaggi: 2611
Iscritto il: lunedì 9 febbraio 2004, 12:19
Località: Italy

Re: I Classici sottotitolati in italiano

Messaggio da darkglobe »

Invisible ha scritto:Comunque, per chi si vuole cimentare con la traduzione dei sottotitoli da altra lingua già disponibile (che è appunto il passaggio più conveniente in termini di tempo e fattibilità), suggerisco l'ottimo software gratuito Subtitle Edit, anche in versione portable, davvero funzionale e completo.
E' un software portentoso che ammetto inizialmente di aver abbastanza sottovalutato, ma solo perchè io tendevo ad aprire gli srt e fare tutto a mano. @Lu.ca. invece mi ha convinto ad usarlo ed effettivamente è l'unico software possibile per fare della sottotitolazione seria, almeno in ambito open non mi pare esista nulla di più flessibile.
Per cui lo consiglio vivamente anche io a chi voglia collaborare con sottotitoli "fai da te" di qualche classico.

Per ora abbiamo come primi non meno di 3 titoli interessanti, devo solo avere il tempo di farne un elenco esteticamente gradevole :-21

[edit]
dato lo stato brado in cui versa il software del forum non è possibile modificare gli allineamenti di testo ed immagine come speravo se non modificando i fogli di stile o ampliando il set di comando BB, quindi... non è possibile far nulla per migliorare la formattazione.
Avatar utente
lu.ca.
Utente Senior
Utente Senior
Messaggi: 1134
Iscritto il: martedì 2 ottobre 2012, 14:33
Località: Italy

Re: I Classici sottotitolati in italiano

Messaggio da lu.ca. »

Il mondo dei sottotitoli riserba non poche sorprese.
Recentemente mi è capitato di notare che in alcune sequenze di un film d’epoca americano, regolarmente edito qualche anno fa dalla Sinister in dvd contenente anche la lingua inglese e i sottotitoli in italiano, gli attori dicono cose completamente diverse dal testo originale mentre i sottotitoli ne dicono un’altra che è molto più fedele! Mi chiedo che cosa abbia spinto il direttore del doppiaggio a fare una scelta del genere. Sta di fatto che ascoltando il doppiaggio (in questo caso si tratta di un ridoppiaggio, ma non credo faccia la differenza) e leggendo contemporaneamente i sottotitoli si ha un effetto straniante.
Un saluto.
Luigi
Avatar utente
darkglobe
Utente Avanzato
Utente Avanzato
Messaggi: 2611
Iscritto il: lunedì 9 febbraio 2004, 12:19
Località: Italy

Re: I Classici sottotitolati in italiano

Messaggio da darkglobe »

Dunque, per i primi tre titoli le schede con immagine (150px di altezza) e le sinossi le ho scritte io avendone visto il film per intero, per i prossimi sarebbe meglio se la scheda venisse direttamente da chi si è occupato dei sottotitoli. :-21
Avatar utente
lu.ca.
Utente Senior
Utente Senior
Messaggi: 1134
Iscritto il: martedì 2 ottobre 2012, 14:33
Località: Italy

Re: I Classici sottotitolati in italiano

Messaggio da lu.ca. »

darkglobe ha scritto:Dunque, per i primi tre titoli le schede con immagine (150px di altezza) e le sinossi le ho scritte io avendone visto il film per intero, per i prossimi sarebbe meglio se la scheda venisse direttamente da chi si è occupato dei sottotitoli. :-21
Io posso scrivere la sinossi e fornire il link dell'immagine, ma l'impostazione del formato dell'immagine non saprei come renderla uguale alle prime.
Un saluto.
Luigi
Avatar utente
lu.ca.
Utente Senior
Utente Senior
Messaggi: 1134
Iscritto il: martedì 2 ottobre 2012, 14:33
Località: Italy

Re: I Classici sottotitolati in italiano

Messaggio da lu.ca. »

darkglobe ha scritto: The Chase - Incatenata: film noir drammatico diretto da Arthur Ripley, con Robert Cummings e Michèle Morgan, nel quale non manca una buona dose di suspence all'interno di una narrazione dallo sviluppo onirico ed in uno scenario di oppressiva sottomissione psicologica della protagonista. Sottotitoli: lu.ca.
Tengo a precisare che alla stesura dei sottotitoli di questo film ha fattivamente collaborato Darkglobe.
Un saluto.
Luigi
Avatar utente
darkglobe
Utente Avanzato
Utente Avanzato
Messaggi: 2611
Iscritto il: lunedì 9 febbraio 2004, 12:19
Località: Italy

Re: I Classici sottotitolati in italiano

Messaggio da darkglobe »

lu.ca. ha scritto:Io posso scrivere la sinossi e fornire il link dell'immagine, ma l'impostazione del formato dell'immagine non saprei come renderla uguale alle prime.
Vabbè già mi basta un link all'immagine che si vuole inserire, meglio che la scelga sempre chi fa la scheda. Tanto temo che di pazzi che si dedicano a qualche traduzione di classici ne usciranno ben pochi, visto il tempo e la passione che richiedono simili operazioni. :-21
Avatar utente
leone510
Utente Avanzato
Utente Avanzato
Messaggi: 6397
Iscritto il: sabato 11 giugno 2005, 10:39
Località: napoli

Re: I Classici sottotitolati in italiano

Messaggio da leone510 »

Scusate ma in questo topic si parla specificamente di edizioni solo sottotitolate?

Perché se cosi fosse c'è un errore, "Donne e veleni" della Sinister ha l'audio italiano, è un ridoppiaggio ma lo ha! :think
Avatar utente
lu.ca.
Utente Senior
Utente Senior
Messaggi: 1134
Iscritto il: martedì 2 ottobre 2012, 14:33
Località: Italy

Re: I Classici sottotitolati in italiano

Messaggio da lu.ca. »

leone510 ha scritto:Scusate ma in questo topic si parla specificamente di edizioni solo sottotitolate?
Perché se cosi fosse c'è un errore, "Donne e veleni" della Sinister ha l'audio italiano, è un ridoppiaggio ma lo ha! :think
Non è un errore. Ho volutamente rifatto i sottotitoli, spero in meglio...
Un saluto.
Luigi
Avatar utente
darkglobe
Utente Avanzato
Utente Avanzato
Messaggi: 2611
Iscritto il: lunedì 9 febbraio 2004, 12:19
Località: Italy

Re: I Classici sottotitolati in italiano

Messaggio da darkglobe »

leone510 ha scritto:Scusate ma in questo topic si parla specificamente di edizioni solo sottotitolate?
Sì, solo sottotitolate, mai doppiate o di cui non si trova più il doppiaggio d'epoca. :-21
Avatar utente
leone510
Utente Avanzato
Utente Avanzato
Messaggi: 6397
Iscritto il: sabato 11 giugno 2005, 10:39
Località: napoli

Re: I Classici sottotitolati in italiano

Messaggio da leone510 »

Capisco, quindi prendete il dvd e ne fate un back-up ma i sott. li rifate voi fedeli al 100% dall'originale? :-21
Avatar utente
lu.ca.
Utente Senior
Utente Senior
Messaggi: 1134
Iscritto il: martedì 2 ottobre 2012, 14:33
Località: Italy

Re: I Classici sottotitolati in italiano

Messaggio da lu.ca. »

leone510 ha scritto:Capisco, quindi prendete il dvd e ne fate un back-up ma i sott. li rifate voi fedeli al 100% dall'originale? :-21
Per quanto mi riguarda, "fedeli al 100%" è un'espressione grossa... diciamo che ci provo. In mancanza di un testo scritto di partenza attendibile, è molto difficile che l'orecchio riesca sempre a supplire, specie nei passaggi in cui gli attori parlano molto velocemente.
Un saluto.
Luigi
Avatar utente
leone510
Utente Avanzato
Utente Avanzato
Messaggi: 6397
Iscritto il: sabato 11 giugno 2005, 10:39
Località: napoli

Re: I Classici sottotitolati in italiano

Messaggio da leone510 »

:thumbs
Avatar utente
darkglobe
Utente Avanzato
Utente Avanzato
Messaggi: 2611
Iscritto il: lunedì 9 febbraio 2004, 12:19
Località: Italy

Re: I Classici sottotitolati in italiano

Messaggio da darkglobe »

leone510 ha scritto:Capisco, quindi prendete il dvd e ne fate un back-up ma i sott. li rifate voi fedeli al 100% dall'originale? :-21
Dipende... in alcuni casi una trascrizione brutale è quasi impossibile, a volte bisogna anche "sintetizzare" altrimenti non si consente la lettura.
Per un film in inglese su alcuni passaggi assolutamente incomprensibili e non supportati da sottotitoli, per i quali mi era stato chiesto un parere, sono ricorso perfino ad un madrelingua e ti dico che lui stesso ha avuto qualche difficoltà visto l'audio non nitido e la parlata frettolosa e smozzata.

Per La Cava io sono stato costretto inizialmente a ricorrere ad un file video piuttosto scadente presente in rete (poi ho trovato il DVD), ma sto cercando di comprare tutti i suoi titoli reperibili in DVD/Blu-Ray. Solo che è proprio difficile: molti, quando si trovano, si vendono solo in America o Spagna a prezzi da fuori catalogo quindi appena spunto una offerta interessante mi ci fiondo. In più alcuni non hanno neppure i sottotitoli di serie in inglese da cui partire, quindi è una tragedia...

Per Godard invece ho eseguito trascrizione integrale facendo veri e propri salti mortali, ma in un paio di punti molto parlati diventa abbastanza complesso leggere tutto.
:-21
Avatar utente
lu.ca.
Utente Senior
Utente Senior
Messaggi: 1134
Iscritto il: martedì 2 ottobre 2012, 14:33
Località: Italy

Re: I Classici sottotitolati in italiano

Messaggio da lu.ca. »

Non mi è chiaro come bisogna procedere nel caso si voglia segnalare dei nuovi sottotitoli: ognuno provvede a compilarsi autonomamente una scheda specifica (come si fa cioè con le normali schede di recensioni) con una breve descrizione del film e un'immagine miniatura o si passano tali dati a Darkglobe perché ci pensi lui ad aggiornare l'elenco generale già presente?
Un saluto.
Luigi
Avatar utente
darkglobe
Utente Avanzato
Utente Avanzato
Messaggi: 2611
Iscritto il: lunedì 9 febbraio 2004, 12:19
Località: Italy

Re: I Classici sottotitolati in italiano

Messaggio da darkglobe »

lu.ca. ha scritto:Non mi è chiaro come bisogna procedere nel caso si voglia segnalare dei nuovi sottotitoli: ognuno provvede a compilarsi autonomamente una scheda specifica (come si fa cioè con le normali schede di recensioni) con una breve descrizione del film e un'immagine miniatura o si passano tali dati a Darkglobe perché ci pensi lui ad aggiornare l'elenco generale già presente?
Si, direi che procediamo come con altri topic: ognuno posta la sua nuova scheda qui dentro e io poi la integro nell'elenco generale che consente a tutti uno scorrimento rapido. Poi una volta integrata posso anche cancellare il messaggio che segnala la nuova traduzione così siamo più ordinati ed evitiamo duplicazioni.
Preferirei evitare messaggi privati perchè le caselle sono limitate a 50 ricezioni e la mia è perennemente piena. :-21
JoeGillis
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 115
Iscritto il: mercoledì 9 settembre 2015, 2:19

Re: I Classici sottotitolati in italiano

Messaggio da JoeGillis »

leone510 ha scritto:Infatti, quello che a volte mi fa rabbia sono i film italiani (cult o classici) editati all'estero che non hanno i sott. agli extra, ma dico io vuoi pensare che un film italiano girato in italiano potrebbe interessare anche agli utenti italiani? Perché cavolo non metti i sott. italiani agli extra dico io? :-4
Perché non sono prodotti per il mercato italiano, mi sembra ovvio. L'audio italiano c'è solo perché è l'audio originale, non perché si aspettino che venga comprato da italiani, il che è solo una conseguenza.
Avatar utente
Invisible
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 13954
Iscritto il: domenica 30 maggio 2004, 19:36

Re: I Classici sottotitolati in italiano

Messaggio da Invisible »

JoeGillis ha scritto:
leone510 ha scritto:Infatti, quello che a volte mi fa rabbia sono i film italiani (cult o classici) editati all'estero che non hanno i sott. agli extra, ma dico io vuoi pensare che un film italiano girato in italiano potrebbe interessare anche agli utenti italiani? Perché cavolo non metti i sott. italiani agli extra dico io? :-4
Perché non sono prodotti per il mercato italiano, mi sembra ovvio. L'audio italiano c'è solo perché è l'audio originale, non perché si aspettino che venga comprato da italiani, il che è solo una conseguenza.
Sì, per i film italiani editati all'estero (a cui si riferiva leone) il ragionamento è corretto. Tuttavia, soprattutto le grandi major che pubblicano in Italia (Warner, Sony, Paramount, ecc.) hanno la pessima abitudine di snobbare il nostro mercato, inserendo magari i sottotitoli agli extra in altre lingue ma raramente in italiano. Mi sento di dire che l'unica felice eccezione è la Universal.
"Lui era bellissimo, ma Lei non lo vedeva proprio..."

Immagine
"It's the most horrible thing I've ever seen in my life!"

Immagine THE CINEPUZZLE
JoeGillis
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 115
Iscritto il: mercoledì 9 settembre 2015, 2:19

Re: I Classici sottotitolati in italiano

Messaggio da JoeGillis »

Non saprei, nei titoli che ho comprato io gli extra sono quasi sempre sottotitolati in italiano, a parte i commenti audio Warner per cui vale (per qualsiasi lingua) l'esatto contrario.
Avatar utente
Invisible
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 13954
Iscritto il: domenica 30 maggio 2004, 19:36

Re: I Classici sottotitolati in italiano

Messaggio da Invisible »

JoeGillis ha scritto:Non saprei, nei titoli che ho comprato io gli extra sono quasi sempre sottotitolati in italiano, a parte i commenti audio Warner per cui vale (per qualsiasi lingua) l'esatto contrario.
Beh, basti pensare ai blu-ray di "La parola ai giurati" della MGM, dove tutti i contenuti speciali sono privi di sottotitoli, o ai commenti audio di "Edward Mani di Forbice" della Fox (cosa incredibile, perché invece nella versione DVD i sottotitoli italiani c'erano), mentre il blu-ray di "Viale del tramonto" della Paramount addirittura è privo proprio di tutti gli extra (che sempre nell'edizione DVD c'erano).
Cmq, ci sono davvero tanti titoli che hanno questo problema :-7 , ma che adesso non sto ad elencarti.

Ecco... mi è venuto in mente un altro titolo che è tra i più recenti che ho acquistato: il blu-ray di "The Hostiles - Gli ostili" pubblicato dalla 01, dove il corposo making of di circa un'ora è completamente privo di sottotitoli, però credo che non siano presenti neanche in altre lingue nelle edizioni estere.
Ci sarebbe da creare un topic apposito, se non esiste già da qualche parte.
"Lui era bellissimo, ma Lei non lo vedeva proprio..."

Immagine
"It's the most horrible thing I've ever seen in my life!"

Immagine THE CINEPUZZLE
zasor56
Utente Junior
Utente Junior
Messaggi: 496
Iscritto il: giovedì 8 marzo 2012, 23:04

Re: I Classici sottotitolati in italiano

Messaggio da zasor56 »

darkglobe ha scritto:...proveremo col tempo a costruire un elenco di questi titoli un tempo fantasma ed oggi "recuperati" con i sottotitoli in italiano, la cui invisibilità è dovuta non tanto alla qualità artistica dell'opera, quanto al fatto che nessuno se ne sia mai occupato in Italia o abbia deciso di attivarsi per scovarne il raro doppiaggio, magari non del tutto perso.
Probabilmente mi son perso qualcosa, ma questi recuperi sottotitolati in italiano hanno poi una qualche forma di distribuzione o magari condivisione, oppure restano solo dei recuperi privati? Chiedo a purissimo titolo di curiosità.
Rispondi