Masters of Horror

La programmazione, i film, le serie tv e tutti gli argomenti correlati...

Moderatore: darkglobe

Messaggioda Invisible » giovedì 21 giugno 2007, 20:11

Riporto da altro topic...

Machina ha scritto:p.s. Inv, mi sono visto i masters of horror Deer Woman (mi è piaciuto, anche divertente) e Homecoming (non m'è piaciuto per niente: si regge solamente sull'accusa politica, ma si appoggia a luoghi comuni senza andare mai a fondo risultando spesso patetico)


Azz... e sono due! :zitto :-)
Mi spiace che non ti sia piaciuto. Non sarà che li prendi troppo sul serio questi Masters? In fondo, anche se d'autore, si tratta di prodotti per la TV, con i pregi e difetti dei segmenti brevi. L'episodio di Dante va oltre il genere, è una storia grottesca che gioca con i cliché, fatta per intrattenere e provocare insieme. ;)
"Lui era bellissimo, ma Lei non lo vedeva proprio..."

Immagine
"It's the most horrible thing I've ever seen in my life!"

Immagine THE CINEPUZZLE
Avatar utente
Invisible
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 13925
Iscritto il: domenica 30 maggio 2004, 19:36

Messaggioda Machina » venerdì 22 giugno 2007, 0:37

Quello del provocare (senza poter/voler andare più a fondo) è un "errore" tipico dell'horror (direi dal new horror sessantottino in avanti) da rintracciarsi nella sua storia e nel pubblico a cui si rivolge, figurarsi in un segmento breve. Comunque questo, opinione personale ovvio, è già un difetto molto grave, il problema però di Homecoming è che non intrattiene per niente... Quello che per te è un gioco sui cliché, per me altro non è che una sfilza di luoghi comuni per avere immediata trazione sul pubblico. Tra l'altro, inizio escluso, ho avuto più d'una volta la sensazione che Dante non fosse per niente a suo agio con gli zombi, e se la cosa fosse voluta, si è appunto dimenticato dell'intrattenimento concentrandosi esclusivamente sull'intenzione radicale politica.

Io ho il grave difetto di prendere tutto sul serio. Ancora non l'hai capito? :-)
[align=center]Immagine[/align]
Avatar utente
Machina
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 5584
Iscritto il: mercoledì 11 agosto 2004, 4:36

Messaggioda Invisible » venerdì 22 giugno 2007, 1:39

Machina ha scritto:Io ho il grave difetto di prendere tutto sul serio. Ancora non l'hai capito? :-)


In effetti... l'avevo sospettato. :-)
Adesso, se è vero che non c'è due senza tre, ti resta da stroncare solo Cigarette burns :-1
:lollol :lollol
"Lui era bellissimo, ma Lei non lo vedeva proprio..."

Immagine
"It's the most horrible thing I've ever seen in my life!"

Immagine THE CINEPUZZLE
Avatar utente
Invisible
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 13925
Iscritto il: domenica 30 maggio 2004, 19:36

Messaggioda Giapo » venerdì 22 giugno 2007, 9:40

Mi trovo d'accordo con Machina. Qui più che ad un film politico ci troviamo di fronte ad un film propagandistico che, come nel caso di Fahrenheit 9/11 o del caimano morettiano, mi ha infastidito non poco. Indipendentemente dal fatto che possa o meno condividere i contenuti, se voglio sentire parlare di politica in questi termini mi guardo la tribuna elettorale :-9
ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine e la smetta di toccarmi il cu*o!

La recitazione, a teatro e al cinema, è sempre irreale.
Se per un'ora e mezza si può trasportare il pubblico in una strana atmosfera in cui succedono cose anormali, che però sembrano svolgersi in modo credibile, l'obiettivo del produttore cinematografico è raggiunto. (James Whale)


la vita è uno stato mentale
Avatar utente
Giapo
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 8099
Iscritto il: mercoledì 30 giugno 2004, 10:41
Località: Conegliano

Messaggioda Invisible » venerdì 22 giugno 2007, 12:34

Giapo ha scritto:Mi trovo d'accordo con Machina. Qui più che ad un film politico ci troviamo di fronte ad un film propagandistico che, come nel caso di Fahrenheit 9/11 o del caimano morettiano, mi ha infastidito non poco. Indipendentemente dal fatto che possa o meno condividere i contenuti, se voglio sentire parlare di politica in questi termini mi guardo la tribuna elettorale :-9


Beh... ma sapete bene che anch'io "odio" questo tipo di strumentalizzazione... però qui non mi sembra che Dante si scagli contro un determinato obiettivo, ma che si scagli contro le "amputazioni di verità" della politica nel suo complesso, cioè non vedo l'accostamento ai film propagandistici di Moore e Moretti (azzo... i due nomi sono l'uno la declinazione dell'altro :think :-) ). Potrei cmq anche sbagliarmi.
"Lui era bellissimo, ma Lei non lo vedeva proprio..."

Immagine
"It's the most horrible thing I've ever seen in my life!"

Immagine THE CINEPUZZLE
Avatar utente
Invisible
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 13925
Iscritto il: domenica 30 maggio 2004, 19:36

Messaggioda Giapo » venerdì 22 giugno 2007, 13:54

Invisible ha scritto:
Giapo ha scritto:Mi trovo d'accordo con Machina. Qui più che ad un film politico ci troviamo di fronte ad un film propagandistico che, come nel caso di Fahrenheit 9/11 o del caimano morettiano, mi ha infastidito non poco. Indipendentemente dal fatto che possa o meno condividere i contenuti, se voglio sentire parlare di politica in questi termini mi guardo la tribuna elettorale :-9


Beh... ma sapete bene che anch'io "odio" questo tipo di strumentalizzazione... però qui non mi sembra che Dante si scagli contro un determinato obiettivo, ma che si scagli contro le "amputazioni di verità" della politica nel suo complesso, cioè non vedo l'accostamento ai film propagandistici di Moore e Moretti (azzo... i due nomi sono l'uno la declinazione dell'altro :think :-) ). Potrei cmq anche sbagliarmi.


Senza dubbio è meno esplicito, ma è più che evidente che si schiera contro l'amministrazione Bush. ;)

Se avesse voluto limitarsi alle "amputazioni di verità" avrebbe potuto ambientare la storia in un luogo e tempo diversi, magari inventandoli di sana pianta, a quel punto ognuno ci avrebbe letto quello che voleva leggerci (vedi "interpretare", che è l'aspetto che forse più affascina in una storia :-)).

Comunque a parte questo aspetto, che è comunque molto soggettivo, l'episodio è molto carino. :-9
ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine e la smetta di toccarmi il cu*o!

La recitazione, a teatro e al cinema, è sempre irreale.
Se per un'ora e mezza si può trasportare il pubblico in una strana atmosfera in cui succedono cose anormali, che però sembrano svolgersi in modo credibile, l'obiettivo del produttore cinematografico è raggiunto. (James Whale)


la vita è uno stato mentale
Avatar utente
Giapo
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 8099
Iscritto il: mercoledì 30 giugno 2004, 10:41
Località: Conegliano

Messaggioda Machina » venerdì 22 giugno 2007, 14:06

L'obiettivo è evidentissimo... insomma, i conservatori ne escono come dei deficienti avidi guerrafondai illuminati da Dio e pure pervertiti (per carità, cioé come vengono visti oggi i conservatori dai liberali in USA, comunque nella più comune delle generalizzazioni), e l'unico intelligente [spoiler]finisce per redimersi (e se potesse si suiciderebbe)[/spoiler]; e il mantenere i liberali in ombra (e quindi non c'è una politica nel suo complesso) è solamente un espediente piuttosto poverello per cercare di apparire apolitici. Ma ripeto che per me il difetto oltre che stare qui, sta anche nell'assenza di intrattenimento. Insomma, quali sono le sequenze che restano impresse? Se la risposta è negativa (e per me lo è) significa che l'obiettivo primario del lavoro era proprio un altro.
[align=center]Immagine[/align]
Avatar utente
Machina
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 5584
Iscritto il: mercoledì 11 agosto 2004, 4:36

Messaggioda -MichaelMyers- » venerdì 22 giugno 2007, 14:30

Il tipo di critica ke fa Dante col suo meraviglioso Homecoming è intelligente, divertente e cmq moderata dato ke è inserita nel contesto di un film fantasy, paragonare quel geniaccio di Joe a quei due buffoni contestatori fasulli di Moore e Moretti è una bestemmia
Immagine
"Avevo capito che negli occhi di quel ragazzo
non c'era altro che il male"
Avatar utente
-MichaelMyers-
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 2758
Iscritto il: sabato 10 dicembre 2005, 20:22
Località: Pesaro

Messaggioda Homer » domenica 24 giugno 2007, 19:24

i primi due mi sono piaciuti, il terzo (homecoming), oltre che marcatamente propagandistico e pieno di baggianate alla michael moore, l' ho trovato davvero mediocre come film. significativo solo per esaltare chi si riconosce nell' ideologia pacifista ed è totalmente cieco di fronte alla realtà del terrorismo internazionale (a proposito, oggi alì il chimico, responsabile di 182.000 morti, il genocidio dei curdi, è stato condannato dal tribunale iraqueno; di certo nessuno farà un film sulle sue gesta). in ogni caso, chi è interessato politicamente alle suddette baggianate ha già di che nuotare tra pamplet, saggi, telefilm, film, programmi tv, siti internet e via dicendo, quindi prprio non ho capito perchè macchiare una bella serie di film horror con questo homecoming.
Avatar utente
Homer
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 1213
Iscritto il: lunedì 24 marzo 2003, 19:03
Località: Roma

Messaggioda -MichaelMyers- » domenica 24 giugno 2007, 20:23

Guarda film troppo propagandistici e di parte cme appunto quelli di quell'ebete di Moore sn il primo ad odiarli, ma questo di Homecoming, si è un'attacco alla politica di Bush, la quale infatti è parekkio discutibile, ma cme ho già scritto in precedenza è una critica fatta in maniera molto sottile ed ironica, e poi precisiamo Joe Dante x fortuna NON è Michael Moore o Nanni Moretti, è un regista geniale e a mio parere l'ha confermato cn quest'ottima pellicola.
Immagine
"Avevo capito che negli occhi di quel ragazzo
non c'era altro che il male"
Avatar utente
-MichaelMyers-
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 2758
Iscritto il: sabato 10 dicembre 2005, 20:22
Località: Pesaro

Messaggioda Marv » domenica 24 giugno 2007, 20:56

è infatti l'episodio più bello di tutte e due le stagioni(insieme a Cigarette Burns di Carpenter), secondo me e secondo il 90% di chi le ha seguite.
Marv
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 12030
Iscritto il: domenica 3 luglio 2005, 21:04

Messaggioda Homer » domenica 24 giugno 2007, 21:25

-MichaelMyers- ha scritto:Guarda film troppo propagandistici e di parte cme appunto quelli di quell'ebete di Moore sn il primo ad odiarli, ma questo di Homecoming, si è un'attacco alla politica di Bush, la quale infatti è parekkio discutibile, ma cme ho già scritto in precedenza è una critica fatta in maniera molto sottile ed ironica, e poi precisiamo Joe Dante x fortuna NON è Michael Moore o Nanni Moretti, è un regista geniale e a mio parere l'ha confermato cn quest'ottima pellicola.


opinioni. io invece l' ho trovato tutt' altro che sottile e ironico. non è corretto, nè tanto meno ironico!, rappresentare i repubblicani come dementi guerrafondai e fare espliciti riferimenti al fatto che è pacifico che trucchino elezioni. per non parlare della vergogna del rappresentare il governo americano come un qualunque governo iraniano, e mi riferisco agli arresti dei manifestanti, suvvia, non puoi dire che la critica sia sottile! io piuttosto, come detto, oltre che ideologica, l' ho trovata molto grezza. poi ovviamente ognuno ha le sue opinioni e chi odia "gli amerikkani imperialisti mangiabambini senza cuore e via dicendo" di certo apprezzerà il film, ma lo apprezzerà in quanto rispondente al suo pseudo-pensiero. ripeto, di saggi a tema su quanto so cattivi gli americani ce ne sono a iosa, non vedo il motivo per propinarceli nel mezzo di una discreta serie di film horror.
Avatar utente
Homer
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 1213
Iscritto il: lunedì 24 marzo 2003, 19:03
Località: Roma

Messaggioda Machina » lunedì 25 giugno 2007, 1:20

A proposito di propaganda, Cigarettes burns comincia con un assunto di mussoliniana e leniniana memoria Il cinema è un’arma, e in un certo senso può ricollegarsi a ciò di cui si sta discutendo qui. Almeno nella prima parte, Carpenter sembra mettere in guardia lo spettatore dal delirio di onnipotenza di quei registi (ma anche di collezionisti, di critici e forse dell’intera umanità) assolutamente certi di conoscere la Verità e ansiosi di farsi Messaggeri dell'indottrinamento. Non voleva far del male al suo pubblico, lo voleva distruggere, dirà il critico cinematografico.
Al di là di letture contestualizzate, il film è forse il migliore tra quelli visti finora tutto sommato deludenti (Deer woman a parte). Speravo comunque di sentire di più la mano di Carpenter (atmosfere e musiche non sono all'atezza) e il finale è un po' troppo deludente ([spoiler]perché mostrare il film?[/spoiler]).
[align=center]Immagine[/align]
Avatar utente
Machina
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 5584
Iscritto il: mercoledì 11 agosto 2004, 4:36

Messaggioda -MichaelMyers- » lunedì 25 giugno 2007, 12:04

Homer ha scritto:
-MichaelMyers- ha scritto:Guarda film troppo propagandistici e di parte cme appunto quelli di quell'ebete di Moore sn il primo ad odiarli, ma questo di Homecoming, si è un'attacco alla politica di Bush, la quale infatti è parekkio discutibile, ma cme ho già scritto in precedenza è una critica fatta in maniera molto sottile ed ironica, e poi precisiamo Joe Dante x fortuna NON è Michael Moore o Nanni Moretti, è un regista geniale e a mio parere l'ha confermato cn quest'ottima pellicola.


opinioni. io invece l' ho trovato tutt' altro che sottile e ironico. non è corretto, nè tanto meno ironico!, rappresentare i repubblicani come dementi guerrafondai e fare espliciti riferimenti al fatto che è pacifico che trucchino elezioni. per non parlare della vergogna del rappresentare il governo americano come un qualunque governo iraniano, e mi riferisco agli arresti dei manifestanti, suvvia, non puoi dire che la critica sia sottile! io piuttosto, come detto, oltre che ideologica, l' ho trovata molto grezza. poi ovviamente ognuno ha le sue opinioni e chi odia "gli amerikkani imperialisti mangiabambini senza cuore e via dicendo" di certo apprezzerà il film, ma lo apprezzerà in quanto rispondente al suo pseudo-pensiero. ripeto, di saggi a tema su quanto so cattivi gli americani ce ne sono a iosa, non vedo il motivo per propinarceli nel mezzo di una discreta serie di film horror.


Si in parte quoto il tuo discorso, anke a me l'antiamericanismo gratuito da fastidio, xò quì ke è inserito in un contesto paranormale e fantasy, a mio avviso, è meno offensivo e paradossalmente molto + intelligente di quello di Moore, inoltre, ma quì è un discorso deltutto apolitico, ma solo cinematografico, mi è piaciuto il modo in cui è stato girato, nel tipico stile di Dante, ke cme già detto nn è ne Moore ne Moretti... grazie a dio :-27
Immagine
"Avevo capito che negli occhi di quel ragazzo
non c'era altro che il male"
Avatar utente
-MichaelMyers-
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 2758
Iscritto il: sabato 10 dicembre 2005, 20:22
Località: Pesaro

Messaggioda Folken » lunedì 25 giugno 2007, 21:41

Machina ha scritto:A proposito di propaganda, Cigarettes burns comincia con un assunto di mussoliniana e leniniana memoria Il cinema è un’arma, e in un certo senso può ricollegarsi a ciò di cui si sta discutendo qui. Almeno nella prima parte, Carpenter sembra mettere in guardia lo spettatore dal delirio di onnipotenza di quei registi (ma anche di collezionisti, di critici e forse dell’intera umanità) assolutamente certi di conoscere la Verità e ansiosi di farsi Messaggeri dell'indottrinamento. Non voleva far del male al suo pubblico, lo voleva distruggere, dirà il critico cinematografico.
Al di là di letture contestualizzate, il film è forse il migliore tra quelli visti finora tutto sommato deludenti (Deer woman a parte). Speravo comunque di sentire di più la mano di Carpenter (atmosfere e musiche non sono all'atezza) e il finale è un po' troppo deludente ([spoiler]perché mostrare il film?[/spoiler]).
è la seconda volta in pochi giorni che sento questa frase... era il "Titolo" di una puntata di otto e mezzo sul cinema italiano e le sue disastrose condizioni... tra l'altro si parlava della nuova tassa proposta dalla sinistra per il cinema... ma siamo un pò OT...
Immagine


Non incoraggiare un uomo perchè ha commesso un solo errore equivale a impedirgli di migliorarsi...
...Mi faccio suo garante perchè un tempo ha sbagliato. non si può accordare fiducia a chi non ha mai commesso errori.
Hagakure (I,50)
Avatar utente
Folken
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 2806
Iscritto il: martedì 25 febbraio 2003, 22:37
Località: Perugia

Messaggioda Freez » sabato 30 giugno 2007, 16:56

Sky sta proponendo in anteprima proprio in questo periodo gli episodi della prima serie doppiati in italiano. Devo dire di aver visto i principali titoli in lingua originale sottotitolati, rivederli doppiati mi ha quasi scandalizzato. Mi riferisco soprattutto ai due gioiellini di Carpenter e Dante. Homecoming doppiato è quasi inguardabile, perde tutto il phatos originario con quei dopiiatori da telenovelas che hanno utilizzato! L'impressione è stata quella di vedere una fetenzia noiosissima, con una becera satira politica inutile e faziosa, il corrispondente il lingua con subs era invece molto più godibile, con una traduzione più riuscita ed una recitazione fluida e credibile! Per non parlare di Deer woman, ma dove l'hanno presa la leggenda della donna cervo che ammazza gli uomini a zoccolate? ma che roba è? episodio indegno di Landis a parte l'incubo del polizziotto che immagina le possibili ricostruzione del delitto e la cerbiatta protagonista che era una vera strappona (dalla vita in su ovviamente)! L'unico episodio che ancora mi convince nonstante il doppiaggio, anche perchè è il più articolato con i suoi 77 minuti, è Them di David Moreau forse perchè tratto da una storia vera! Cigarette burns è un ottimo episodio, solo che la storia ricorda un tantino La nona porta di Polansky e Il seme della follia del Carpenter degli anni d'oro, in fin dei conti è bello ma piuttosto riciclato. Sono impaziente di vedermi gli episodi della seconda serie, questa volta rigorosamente sottotitolati!
DVD posseduti (o sono loro che possiedono me?): 125
Ultimo DVD acquistato: Il nemico alle porte (Collector's edition 2 DVD)
Ultimo film visto: I protagonisti
Avatar utente
Freez
Nuovo Utente
Nuovo Utente
 
Messaggi: 68
Iscritto il: venerdì 2 settembre 2005, 14:03
Località: Tar

Messaggioda Invisible » sabato 30 giugno 2007, 17:10

Freez ha scritto:Sky sta proponendo in anteprima proprio in questo periodo gli episodi della prima serie doppiati in italiano. Devo dire di aver visto i principali titoli in lingua originale sottotitolati, rivederli doppiati mi ha quasi scandalizzato. Mi riferisco soprattutto ai due gioiellini di Carpenter e Dante. Homecoming doppiato è quasi inguardabile, perde tutto il phatos originario con quei dopiiatori da telenovelas che hanno utilizzato! L'impressione è stata quella di vedere una fetenzia noiosissima, con una becera satira politica inutile e faziosa, il corrispondente il lingua con subs era invece molto più godibile, con una traduzione più riuscita ed una recitazione fluida e credibile!


Forse comincio a capire il perché di giudizi così drastici da parte degli altri. Anch'io l'ho visto in lingua originale e sottotitoli...
"Lui era bellissimo, ma Lei non lo vedeva proprio..."

Immagine
"It's the most horrible thing I've ever seen in my life!"

Immagine THE CINEPUZZLE
Avatar utente
Invisible
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 13925
Iscritto il: domenica 30 maggio 2004, 19:36

Messaggioda Machina » sabato 30 giugno 2007, 18:57

beh non esageriamo. L'aspetto televisivo lo si vedeva già dalla disponibilità tecnica, al più il doppiaggio italiano può averlo giusto sottolineato. Nonostante il doppiaggio (e questo è discorso vecchio) necessiti di interventi di trasformazione sull'originale, da qui a stravolgere al 100% un film ce ne passa ;)
:-21
[align=center]Immagine[/align]
Avatar utente
Machina
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 5584
Iscritto il: mercoledì 11 agosto 2004, 4:36

Messaggioda Machina » sabato 30 giugno 2007, 18:59

segnalo che questa sera sky ripresenta tutti e 4 gli episodi (skymax) :-21
[align=center]Immagine[/align]
Avatar utente
Machina
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 5584
Iscritto il: mercoledì 11 agosto 2004, 4:36

Messaggioda Invisible » sabato 30 giugno 2007, 19:59

Machina ha scritto:beh non esageriamo. L'aspetto televisivo lo si vedeva già dalla disponibilità tecnica, al più il doppiaggio italiano può averlo giusto sottolineato. Nonostante il doppiaggio (e questo è discorso vecchio) necessiti di interventi di trasformazione sull'originale, da qui a stravolgere al 100% un film ce ne passa ;)


Cmq io, vedendo la versione originale, non ho affatto avuto l'impressione di un episodio "pretestuoso" o politicizzato oltremisura... quindi debbo immaginare che il doppiaggio italiano non sia esente da qualche responsabilità (e neanche mi stupirei, a questo punto...).
"Lui era bellissimo, ma Lei non lo vedeva proprio..."

Immagine
"It's the most horrible thing I've ever seen in my life!"

Immagine THE CINEPUZZLE
Avatar utente
Invisible
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 13925
Iscritto il: domenica 30 maggio 2004, 19:36

Messaggioda Machina » sabato 30 giugno 2007, 20:58

potrebbe saltare fuori che i doppiatori italiani sono stati ingaggiati da Berlusconi. I dialoghi così sono stati completamente riscritti in modo tale da suggerire una visione talmente politicizzata del film da infastidire la stragrande maggioranza dei cittadini italiani. Oppure, ancora più semplicemente, sono stati ingaggiati da Bertinotti in modo tale da servire la causa comunista!
(si scherza eh :-29 )
Comunque, ora come ora non c'ho proprio voglia di rivedermi questi episodi in originale (considerando anche che il sottotitolaggio di sky è spesso scadente), quindi il mio giudizio sulla serie (considerando comunque che ho visto solo 4 episodi) resta negativo.
:-9
[align=center]Immagine[/align]
Avatar utente
Machina
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 5584
Iscritto il: mercoledì 11 agosto 2004, 4:36

Messaggioda Freez » domenica 1 luglio 2007, 14:28

Invisible ha scritto:
Machina ha scritto:beh non esageriamo. L'aspetto televisivo lo si vedeva già dalla disponibilità tecnica, al più il doppiaggio italiano può averlo giusto sottolineato. Nonostante il doppiaggio (e questo è discorso vecchio) necessiti di interventi di trasformazione sull'originale, da qui a stravolgere al 100% un film ce ne passa ;)


Cmq io, vedendo la versione originale, non ho affatto avuto l'impressione di un episodio "pretestuoso" o politicizzato oltremisura... quindi debbo immaginare che il doppiaggio italiano non sia esente da qualche responsabilità (e neanche mi stupirei, a questo punto...).


Esatto! C'è una differenza non trascurabile tra le due versioni, sia nella recitazione che nella qualità della traduzione. Ho la netta sensazione che il prodotto (sebbene televisivo) sia stato esageratamente sottovalutato dalla distribuzione italiana.
DVD posseduti (o sono loro che possiedono me?): 125
Ultimo DVD acquistato: Il nemico alle porte (Collector's edition 2 DVD)
Ultimo film visto: I protagonisti
Avatar utente
Freez
Nuovo Utente
Nuovo Utente
 
Messaggi: 68
Iscritto il: venerdì 2 settembre 2005, 14:03
Località: Tar

Messaggioda Folken » domenica 22 luglio 2007, 13:03

finalmente sono riuscito a seguire alcuni episodi della prima serie, tutti molto buoni specialmente quello di carpenter sicuramente il migliore di quelli visti... homecoming troppo politicizzato... deer woman carino, non un capolavoro ma landis ritova un pò dello smalto perso nel tempo...
Immagine


Non incoraggiare un uomo perchè ha commesso un solo errore equivale a impedirgli di migliorarsi...
...Mi faccio suo garante perchè un tempo ha sbagliato. non si può accordare fiducia a chi non ha mai commesso errori.
Hagakure (I,50)
Avatar utente
Folken
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 2806
Iscritto il: martedì 25 febbraio 2003, 22:37
Località: Perugia

Messaggioda Marv » mercoledì 15 agosto 2007, 22:43

Ma scusate, che c'entra "Them" con Masters Of Horror?
Them è un film francese vero e proprio, è uscito da noi al cinema qualche mese fa!
Se lo stanno mischiando alla serie sul satellite non lo so, ma non c'entra proprio nulla!
Marv
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 12030
Iscritto il: domenica 3 luglio 2005, 21:04

Messaggioda pkdick » domenica 30 settembre 2007, 23:28

per la terza serie, cambio di network e di nome: i Masters of Horror dovrebbero diventare Fear Itself

http://www.latelanera.com/news/notizia.asp?id=835
Avatar utente
pkdick
Utente
Utente
 
Messaggi: 915
Iscritto il: domenica 26 settembre 2004, 1:06
Località: Mercogliano (AV)

PrecedenteProssimo

Torna a TV - il piccolo schermo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite