Il colosso di Rodi (1961) di Sergio Leone

Perché iscriversi, le regole, le buone prassi e le soluzioni ai problemi riscontrati...

Moderatore: darkglobe

Il colosso di Rodi (1961) di Sergio Leone

Messaggioda ivs » martedì 14 marzo 2006, 15:28

Immagine

Qualcuno di voi possiede questa edizione Francese (Canal+ vidéo) in lingua italiana?

http://www.amazon.fr/exec/obidos/ASIN/B ... 09-7173837

Extras:
• Présentation du film par Jean-Pierre Dionnet
• Interview de l'historien Claude Aziza (17mn)
• Interview de Noël Simsolo sur Sergio Leone (18mn)
• Explication de la fonction "suivez le colosse" qui permet d'intercaler les scènes inédites pendant le film
• Bande-annonce en VF
• 2 scènes coupées en VOST
• Filmographies
• Galerie de photos et d'affiches
• Notes de production

I sottotitoli Ita sono opzionali?la qualità A/V com'è?
Avatar utente
ivs
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 10343
Iscritto il: lunedì 23 dicembre 2002, 21:26
Località: Cagliari

Messaggioda CCbaxter » martedì 14 marzo 2006, 15:51

Avrò mai il tempo di vederli tutti? :think

Non sono gli anni, amore. Sono i chilometri.

Immagine
Avatar utente
CCbaxter
Utente
Utente
 
Messaggi: 964
Iscritto il: lunedì 15 marzo 2004, 12:55

Messaggioda CCbaxter » martedì 14 marzo 2006, 16:00

Ho trovato anche questa:

http://www.devildead.com/indexfilm.php3?FilmID=140

E ho scritto al recensore per chiedergli se i ST sono imposti.

A presto (spero)

:-9
Avrò mai il tempo di vederli tutti? :think

Non sono gli anni, amore. Sono i chilometri.

Immagine
Avatar utente
CCbaxter
Utente
Utente
 
Messaggi: 964
Iscritto il: lunedì 15 marzo 2004, 12:55

Messaggioda CCbaxter » sabato 29 aprile 2006, 11:48

Resuscito il topic per comunicare che l'edizione Canal è disponibile in edicola in Francia per 7,90. Contiene:

la version FRA (2h02, la versione ita 2h20, interviste a Claude Aziza et Noel Simsolo, trailer, manifesti e galleria foto, filmografie e note di produzione.

:-9

Modifico il messaggio dopo un primo check.
È esattamente il disco dell'edizione Canal. Solo l'astuccio appartiene alla collana Fabbri "Les plus grands Peplum". La VI è visionabile senza sottotitoli con audio italiano. Ottima qualità A/V.
Avrò mai il tempo di vederli tutti? :think

Non sono gli anni, amore. Sono i chilometri.

Immagine
Avatar utente
CCbaxter
Utente
Utente
 
Messaggi: 964
Iscritto il: lunedì 15 marzo 2004, 12:55

Messaggioda CCbaxter » venerdì 2 giugno 2006, 23:03

Il colosso di Rodi (1961) di Sergio Leone

Grande appassionato di cultura popolare americana – dal cinema, ai classici hard-boiled, alle immortali strisce sindacate a fumetti – Sergio Leone detestava i film storico-mitologici (o “peplum” secondo la definizione francese). Pensava, a torto o a ragione, che avessero istupidito il pubblico, imbastardendone il gusto. Il Colosso di Rodi nasce quindi con l’intenzione precisa di ironizzare sui codici del genere, utilizzando volti e situazioni in dissonanza con il cinema del “menamose” e inserendo omaggi al grande cinema hollywoodiano (Intrigo internazionale…).
Con il trascorrere del tempo, il Colosso di Rodi è divenuto in Francia una pellicola di un certo culto sia per gli appassionati “colti” di peplum (come i critici che osannano il nostro buon Cottafavi) sia per la nutrita schiera dei fan di Leone. Ed è quindi ovvio che l’unica edizione di qualità in DVD di quest’opera sia stata pubblicata oltralpe.
Il merito dell’edizione si deve a J.-P. Dionnet, ex-sceneggiatore di BD e co-fondatore di Métal Hurlant e degli Humanoïdes Associés, creatore della trasmissione “Déstination Série” su Canal Jimmy ed iniziatore, negli anni ’90, su Canal+, di una rassegna di cinema popolare, non a caso battezzata “Cinéma de quartier”, in cui venivano ripresentati perle del cinema-bis italiano (horror, thriller, western, peplum, poliziotteschi…), latino (Jess Franco…), inglese (Fu-Manchu ed altri Hammer…) e francese. Le copie presentate erano e sono spesso di eccellente qualità, frutto di forsennate ricerche in decrepiti scantinati e laboratori di sviluppo: Dionnet raccontava in un’intervista di aver ritrovato una copia eccellente di un western italiano in un laboratorio tedesco…
Da una costola della trasmissione, qualche anno fa, Canal+ aveva creato anche una collezione di DVD (purtroppo di breve durata), in cui era stato pubblicato anche il Colosso di Rodi. Questa edizione ormai introvabile è stata da poco ridistribuita nelle edicole francesi nell’ambito della collezione Fabbri “Les plus grands péplums”.

Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Film
Il DVD propone la pellicola in due versioni.
La versione francese, più breve, era stata amputata all’epoca della distribuzione in sala, di alcune scene giudicate troppo violente (il supplizio della campana e quello del fuoco) che testimoniano nuovamente le intenzioni iconoclaste dell’autore.
La versione italiana, con sottotitoli francesi disattivabili, propone la versione integrale del film “nello splendore del Technicolor” come dicevano i reboanti trailer dell’epoca.
La copia utilizzata, come già anticipato, è impeccabile e il transfer non mostra alcun difetto di compressione. Le piste audio (mono d’origine) sono corrette.

Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Extra
Sul fronte dei supplementi, oltre ad una breve introduzione dell’impagabile, inarrestabile J.-P. Dionnet (oggi responsabile dell’etichetta AsianStar, che distribuisce in sala e DVD film coreani e cinesi), il DVD propone un’intervista dello storico Claude Aziza sulle Sette Meraviglie del Mondo, un’intervista al giornalista Noël Simsolo (autore del libro intervista “Conversation avec Sergio Leone” ed. Cahiers du Cinéma), il trailer non restaurato, il manifesto e le foto pubblicitarie d’epoca le filmografie dei principali componenti del cast e le note di produzione.

Immagine Immagine Immagine Immagine

UN DVD9 doppio strato utilizzato al meglio, che consente di scoprire l’ultimo kolossal del nostro cinema (i due elementi del Colosso utilizzati nelle riprese misuravano ciascuno 30 metri) nelle migliori condizioni possibili.
Ultima modifica di CCbaxter il giovedì 14 giugno 2007, 17:00, modificato 1 volta in totale.
Avrò mai il tempo di vederli tutti? :think

Non sono gli anni, amore. Sono i chilometri.

Immagine
Avatar utente
CCbaxter
Utente
Utente
 
Messaggi: 964
Iscritto il: lunedì 15 marzo 2004, 12:55

Messaggioda Fred » sabato 3 giugno 2006, 23:49

CcBaxter, le tue sono recensioni professionali, fai impallidire chiunque!
Non amo affatto questo genere di film, ma adesso sono fortamente tentato di comprare questo DVD.
Grazie!
:-9
Avatar utente
Fred
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 681
Iscritto il: martedì 24 maggio 2005, 14:16
Località: Firenze

Messaggioda CCbaxter » domenica 4 giugno 2006, 0:17

:ar troppo buono!
È che mi sento in debito con tutti voi per il lavoro che fate e allora cerco di darmi una mossa.

P.S. Anch'io non sono davvero appassionato di questi film, ma sono un curioso... e così mi lascio attrarre nell'abisso del bizzarro (non ti ho ancora parlato della Emilio Miraglia Gift set...).
No, scherzi a parte, in edicola costava 9 euro, avevo letto buone eco e poi siccome non sono un vero fan di Leone mi interessava vedere le origini del suo lavoro e cercare di capire le ragioni del culto.

Prometto che la prossima "recensione" sarà più congeniale ai gusti di entrambi (un Lubitsch che forse non hai...)

:-9
Avrò mai il tempo di vederli tutti? :think

Non sono gli anni, amore. Sono i chilometri.

Immagine
Avatar utente
CCbaxter
Utente
Utente
 
Messaggi: 964
Iscritto il: lunedì 15 marzo 2004, 12:55

Messaggioda Invisible » domenica 4 giugno 2006, 0:55

E' vero... CCbello si sta dando da fare :-) :clap

Aspetto anch'io con curiosità il prossimo Lubitsch ;)
"Lui era bellissimo, ma Lei non lo vedeva proprio..."

Immagine
"It's the most horrible thing I've ever seen in my life!"

Immagine THE CINEPUZZLE
Avatar utente
Invisible
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 13830
Iscritto il: domenica 30 maggio 2004, 19:36

Messaggioda MelvinUdall » lunedì 5 giugno 2006, 9:54

CCbaxter ha scritto:Prometto che la prossima "recensione" sarà più congeniale ai gusti di entrambi (un Lubitsch che forse non hai...)


:-) :-) :-)
attendo anch'io
Planet earth is blue. And there's nothing I can do. Immagine
Avatar utente
MelvinUdall
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 8725
Iscritto il: giovedì 31 ottobre 2002, 11:49
Località: Sanremo


Torna a Istruzioni, regolamenti e domande frequenti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite