Il Romanzo di Alida Valli (1995) di Pellizzari/Valentinetti

Lo spazio per gli appassionati della lettura: romanzi e libri che hanno fatto storia, le nuove uscite e quelli che hanno ispirato il cinema.

Moderatori: giuphish, darkglobe, rmontaruli

Il Romanzo di Alida Valli (1995) di Pellizzari/Valentinetti

Messaggioda zasor56 » sabato 5 settembre 2020, 22:14

Immagine

Titolo: Il Romanzo di Alida Valli
Autori: Lorenzo Pellizzari e Claudio M. Valentinetti
Copertina flessibile : 384 pagine + 30 pagine di foto in b/n
ISBN-10 : 8811738431
ISBN-13 : 978-8811738435
Editore : Garzanti (1 marzo 1995)
Lingua: : Italiano

Alida Valli è stata una delle attrici italiane più famose e importanti del XX secolo. Bella, misteriosa, enigmatica, ha affascinato per molto tempo tutto il pubblico che andava al cinema a vedere i suoi film. Forse non sempre ha avuto i ruoli che la sua bellezza e il suo talento avrebbero meritato, ma ha comunque lasciato un segno imperituro in almeno tre film di rinomanza internazionale che fanno da tempo parte della storia del cinema più importante (Senso, Il terzo uomo, Il Caso Paradine), oltre ad una serie di titoli più o meno importanti (vorrei citare almeno "Piccolo mondo antico" e "Il Grido", ma ce ne sarebbero molti altri).

In questa ottima biografia del 1995 i due autori Lorenzo Pellizzari e Claudio M. Valentinetti tracciano quello che è stato sia il percorso umano che quello artistico della grande attrice, ripercorrendone la vita dalla nascita sino agli ultimi anni di attività parallelamente alle produzioni cinematografiche in cui ella lavorò, soprattutto italiane e americane.

Il titolo del libro è "Il romanzo di Alida Valli", ed è proprio questa la chiave di lettura del lavoro, cioè un "romanzo", un racconto avvincente su cui gli autori hanno lavorato ricercando fonti tra le più disparate e amalgamando il tutto in una piacevolissima lettura.
L'unico appunto che mi sentirei di fare è che l'analisi critica dei film, anche dei più famosi, lascia un po' a desiderare, e spesso la narrazione delle situazioni lavorative, storiche e personali in cui si muoveva la nostra prevale su una riflessione meno di maniera sui suoi film. Nondimeno, questa scelta offre al lettore la possibilità di comprendere meglio il contesto dell'epoca attraverso innumerevoli notizie che mettono bene a fuoco l'ambiente cinematografico e sociale degli anni a cui gli autori fanno riferimento.

Un vero peccato che moltissimi film della grande attrice siano oggi introvabili: anni fa la Ripley (se ricordo bene) aveva annunciato un cofanetto con diversi titoli in cui la Valli era protagonista, ma poi venne più volte rimandato finchè, di rimando in rimando, non se ne seppe più nulla.
zasor56
Utente Junior
Utente Junior
 
Messaggi: 366
Iscritto il: giovedì 8 marzo 2012, 23:04

Torna a Libri

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite