[Blu-Ray] L'innocente (1976) di Luchino Visconti

Pellicole cult e film che hanno fatto la storia del cinema, dalla sua nascita al 1980.

Moderatori: ivs, giuphish, darkglobe, Invisible

[Blu-Ray] L'innocente (1976) di Luchino Visconti

Messaggioda zasor56 » sabato 21 marzo 2020, 22:22

Immagine

Visto ieri sera tutto d'un fiato insieme agli extra. Che dire? Molto bello davvero. L'avevo già visto al cinema ai tempi della sua uscita nelle sale (1976), ma da allora non mi era più capitato di rivederlo in TV e francamente non mi ricordavo granché della trama tranne il momento finale che all'epoca mi colpì molto.

La versione in blu-ray pubblicata dalla Cult films nel Regno Unito rende giustizia alla straordinaria bellezza di questo film, con colori molto "cinematografici" e un'immagine sempre stabile e convincente. Forse solo gli incarnati risultano un po' troppo "carichi", ma per il resto il blu-ray è una gioia per gli occhi, con anche quel poco di grana che lo rende assai simile all'esperienza della visione in sala.

Molto bravi Giancarlo Giannini e Jennifer O'Neill nei rispettivi ruoli, e brava anche Laura Antonelli che, sotto la direzione del grande Maestro, riesce in più di una scena a sembrare credibile come attrice e persino intensa in certi sguardi che lancia. Ovviamente la sua straordinaria bellezza non è in discussione, e questa sua fisicità le permette di sopperire a qualche carenza recitativa.

Inutile dire della magnificenza delle scene, dei costumi, delle inquadrature e di ogni altra cosa: stiamo parlando di un film di Luchino Visconti, e questo dice tutto!

L'audio italiano è abbastanza pulito e in linea con le tracce monofoniche di quegli anni; peccato solamente per delle "s" sibilanti piuttosto fastidiose che si notano soprattutto nella prima parte del film, sino poi ad attenuarsi e scomparire. I sottotitoli invece sono solo in inglese, e sono rimovibili.

Molto interessante il documentario con interviste a due collaboratori del Maestro in questo film, Renata Franceschini e Giorgio Treves, della durata di 48 minuti, che aprono prospettive di riflessione interessanti sulla realizzazione della pellicola (sapevate, ad esempio, che inizialmente Visconti aveva scelto due altri attori al posto di Giannini e la Antonelli che, però, rifiutarono la parte e vennero definiti dal Maestro, secondo quanto ci informa il documentario, degli "ingrati"?)

Blu-ray consigliatissimo a tutti gli ammiratori del grande Luchino e agli amanti del grande cinema in generale. La locandina non è granché, ma fortunatamente essa è reversibile e sul retro troviamo la famosa immagine della figura femminile di spalle in un viale (non posso spoilerare), a mio avviso una delle più belle scene di tutto il cinema italiano (vedi immagine sotto).

Immagine
zasor56
Nuovo Utente
Nuovo Utente
 
Messaggi: 225
Iscritto il: giovedì 8 marzo 2012, 23:04

Torna a Cult e classici del passato

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 4 ospiti