A snake of June (2002) di Shinya Tsukamoto

Commenti sui film presenti nelle sale e non solo.

Moderatori: darkglobe, nocciolo, sandman, Invisible

A snake of June (2002) di Shinya Tsukamoto

Messaggioda crash » venerdì 12 dicembre 2003, 12:44

Da qualche parte è uscito questo nuovo film di Tsukamoto?
Qui a Napoli no, e tra l'orgia di nuovi film natalizi temo che un film del genere trovi grosse difficoltà distributive.
Eppure potrebbe essere un' interessante alternativa al buonismo dilagante...

Lunedì sarò a Bologna: qualcuno sa se lì è uscito?

P.S. Per chi non lo sapesse il regista è quello dello staordinario Tetsuo e Bullet Ballet...
Avatar utente
crash
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 2139
Iscritto il: martedì 15 aprile 2003, 21:20
Località: Napoli

Messaggioda Marjane » venerdì 12 dicembre 2003, 20:00

Secondo la Repubblica di oggi è in sala 6 al cinema Small di Marcianise (com'è questo cinema? non ci sono mai stata...)

:-21
Avatar utente
Marjane
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 1561
Iscritto il: sabato 14 giugno 2003, 12:32

Messaggioda crash » venerdì 12 dicembre 2003, 23:33

Grazie Marjane! Non ci avevo fatto caso... quello è un cinema di Caserta e non pensavo certo di trovarlo in proiezione lì... non ci sono mai stato...
Mi sa che me lo vedo a Bologna, dovrebbe esserci in programmazione (tra l'altro danno una rassegna sul cinema di Kitano al cinema Lumiere...)
ciaociao :-21
Avatar utente
crash
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 2139
Iscritto il: martedì 15 aprile 2003, 21:20
Località: Napoli

Messaggioda sandman » sabato 13 dicembre 2003, 0:37

Io l'ho già visto! :-) :-21
Avatar utente
sandman
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 4652
Iscritto il: lunedì 6 gennaio 2003, 22:19
Località: Sicilia

Messaggioda crash » sabato 13 dicembre 2003, 0:53

Cosa ne pensi? (Senza rivelarmi troppo....)
Avatar utente
crash
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 2139
Iscritto il: martedì 15 aprile 2003, 21:20
Località: Napoli

Messaggioda Marjane » sabato 13 dicembre 2003, 12:21

crash ha scritto:Grazie Marjane! Non ci avevo fatto caso... quello è un cinema di Caserta e non pensavo certo di trovarlo in proiezione lì... non ci sono mai stato...

Lo Small dovrebbe essere un cinema d'essai o giù di lì, uno dei pochi spazi nella nostra regione dove NON trovare blockbusters... ;)
cmq ho visto che il film di Tsukamoto lo danno anche al President a Napoli, non ho più scuse!

x sandman: dicci, dicci, che te n'è parso?
Avatar utente
Marjane
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 1561
Iscritto il: sabato 14 giugno 2003, 12:32

Messaggioda sandman » sabato 13 dicembre 2003, 13:14

Dico che è imperdibile!
E che è già una grande occasione vedere al cinema un film di Tsukamoto...
Se volete qualche parere in più prima di andare a vederlo fatemelo sapere, altrimenti se ne riparla dopo.
:-21
Avatar utente
sandman
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 4652
Iscritto il: lunedì 6 gennaio 2003, 22:19
Località: Sicilia

Messaggioda Marjane » sabato 20 dicembre 2003, 2:34

Era la prima volta che avevo occasione di vedere un film di Tsukamoto al cinema (non che li abbia visti tutti, ahimé, solo i due Tetsuo e Tokyo Fist) e non potevo certo farmelo sfuggire!

Dunque, spettacolo pomeridiano di mercoledì al cinema President di Napoli.
Totale spettatori presenti in sala: 2 e 1/2, ovvero io + amico venuto per oscuri motivi + un tizio (forse qualcuno del cinema stesso) che se n'è andato a metà film. :)
In pratica una proiezione privata, peccato che il cinema fosse così così e che l'audio (non doppiato, gradita sorpresa) fosse costantemente fuori sincrono (ma ho letto una stessa lamentela da altre parti, che ci siano pellicole fallate in giro?)

Il film: girato meravigliosamente in un algido bianco/blu e nero, assai più "normale" dei precedenti a me noti - ma a quanto leggo, è una strada intrapresa da Tsukamoto già con Gemini. Certo che normalità riferita a T. è una parola grossa ;), ma immagino che questo film sia il suo tentativo più riuscito verso questa direzione... e verso la perfezione stilistica. I suoi incubi ricorrenti ovviamente costituiscono l'essenza del film: la malattia fisica e mentale, le mut(il)azioni del corpo, l'eros come sofferenza, la repressione delle pulsioni sessuali, l'alienazione metropolitana. Tuttavia sembra esserci meno orrore, meno disperazione... e personalmente, anche meno coinvolgimento (preferivo lo T. terrorista furioso degli altri film).

Nota mondana: avvistato in sala il regista napoletano Pappi Corsicato, sbucato alla fine del film da non so dove, che ha strabuzzato gli occhi quando il mio ignaro amico è sbottato: "Una bella schifezza però eh!" :-)

(disclaimer: questa è ancor meno rece dell'altra ;))
Avatar utente
Marjane
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 1561
Iscritto il: sabato 14 giugno 2003, 12:32


Torna a Cinema

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 0 ospiti