A Snake of June (2002) di Shinya Tsukamoto

Film in DVD, novità, recensioni, indiscrezioni e tutto ciò che riguarda il nostro mercato (ITA, region2)

Moderatori: ivs, giuphish, darkglobe, nocciolo, sandman

A Snake of June (2002) di Shinya Tsukamoto

Messaggioda Dick Laurent » sabato 29 dicembre 2007, 13:44

Immagine
A SNAKE OF JUNE
Genere: Erotico/Drammatico
Censura: Vietato ai minori di 14 anni
Anno: 2002
Durata: 75'
Regia: Shinya Tsukamoto
Sceneggiatura: Sinya Tsukamoto
Interpreti: Asuka Kurosawa, Yuji Kotari, Shinya Tsukamoto
Fotografia:Shinya Tsukamoto
Musiche: Chu Ishikawa
Produzione: Shinya Tsukamoto, Shin-Ichi Kawahara
La scheda su IMDB


TRAMA
La vita della psicologa Rinko (Kurosawa), trascurata da un marito apatico, più interessato al lavoro e alle pulizie che a lei, sembra avere una svolta quando un maniaco (Tsukamoto) la ricatta e la costringe ad atti di autoerotismo in pubblico. Tutto però prende una piega imprevista.


LA CRITICA UFFICIALE
Tsukamoto (anche sceneggiatore e autore della virtuosistica fotografia monocroma virata in blu) vorrebbe raccontare un triangolo di solitudini urbane un po' alla James Ballard. Ma stavolta il talento visivo non sopperisce alla confusione: i temi più rischiosi e delicati - come quello della malattia - sono trattati con superficialità, e il finale [spoiler]a suo modo roseo[/spoiler] ridimensiona la morbosità esibita con fierezza per tutto il film. Il titolo si riferisce alla stagione delle piogge.
Immagine
IL MEREGHETTI

“La malattia ... non è soltanto quella del corpo, ma una condizione di vita ...” (P.M. Bocchi). Conciso, ellittico eppur ridondante in una violenza convulsa, il 7° lungometraggio di S. Tsukamoto è il frutto di un cinema estremo, un film d'autore a pieno titolo: il regista ne è produttore (col Kaijyu Theater), sceneggiatore, fotografo, montatore, interprete (Iguchi). In deroga ai precedenti, approda a una conclusione [spoiler]positiva: l'intrusione minacciosa che scardina i loro rapporti infatti spinge i due coniugi in una nuova vita dove finalmente sentimenti e pulsioni erotiche trovano spazio[/spoiler]. Girato in bianco, blu e nero. Premio speciale della giuria e premio M. Mastroianni (meritato) a A. Kurosawa nella sezione Controcorrente di Venezia 2002. Distribuito da Revolver.
Immagine
IL MORANDINI

ALTRE RECENSIONI SUL WEB
Film Scoop
Off-screen
Gli Spietati [contiene SPOILER]
BLACKMAILmag [contiene SPOILER]

RECENSIONE DEL CURATORE DELLA SCHEDA
Dopo la colorata e perversa parentesi di Gemini il geniale regista orientale torna al bianco e nero (come in Tetsuo e Bullet Ballet), stavolta virtuosisticamente virato in blu (sua la fotografia sgranata) con effetto straniante ed alienante. Nel caos allucinato e ipercinetico (come stile di Tsukamoto) della grande metropoli, perennemente battuta da una pioggia incessante (ed irreale), si sviluppano tre storie di solitudine, dolore e malattia che, pur sempre in contatto (due dei protagonisti sono moglie e marito) si incrociano realmente solo sul finale. Rispetto ai film precedenti lo stile è più freddo e compiuto, ma la riflessione su temi scottanti come la malattia, l'amore e la sessualità non sempre fa centro e anzi, in certi momenti sembra incartarsi e restare incompiuta. Tecnicamente, comunque, è ineccepibile, tra immagini di una forza evocativa incredibile, e la protagonista Asuka Kurosawa (premiata a Venezia) è superba. Col senno di poi sembra essere il film che ha dato il via ad una nuova svolta formale nel cinema di Tsukamoto, che passa dal caos visivo di Tetsuo o Tokyo Fist al gelo visionario di Vital.
Voto: 7

VOTI DEGLI ALTRI UTENTI DEL FORUM
Invisible 8


DATI TECNICI DEL DVD
Produzione: ElleU Multimedia
Distribuzione: ElleU Multimedia
Codice Area: 2
Visto Censura: Vietato ai minori di 14 anni
Tipo DVD: 9 - Singolo lato, doppio strato
Audio: Giapponese 2.0
Sottotitoli: Italiano (obbligatori)
Formato Video: 16/9 Widescreen
Tipo Confezione: Amaray
Extra: -

QUALITÀ DELL'EDIZIONE (si ringrazia calvero per il contributo)
Deludentissima edizione per questo interessante film orientale. Gran parte della grana nel video era già presente nel film (la fotografia di Tsukamoto è volutamente granulosa) ma la definizione delle immagini è scarsa e il bellissimo b/n virato in blu non rende al meglio. L'audio fa il suo dovere, nulla di eccezionale ma non serve di più: è presente solo la traccia audio originale, dato che il film è uscito (se così si può dire) nei cinema italiani non doppiato, con sottotitoli italiani obbligati. Zero extra.

Video= 5/6
Audio= 6,5
Extra= 0

SCREENSHOTS

Menù
Immagine Immagine

Film
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Link al vecchio topic
Ultima modifica di Dick Laurent il lunedì 4 febbraio 2008, 21:52, modificato 1 volta in totale.
[font=Lucida Console]AXX° n N[/font]

ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine Immagine
Avatar utente
Dick Laurent
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 2495
Iscritto il: martedì 20 marzo 2007, 17:00
Località: Mulholland drive...

Messaggioda Barbazza » sabato 29 dicembre 2007, 17:41

Una segnalazione abbastanza importante: l'aspect ratio dell'edizione italiana non e' corretta. L'OAR e' 1.37:1, lo si puo' trovare rispettato nelle edizione giapponesi e nella Tartan inglese. La nostra Elleu e' quindi un anamorfico ottenuto semplicemente tagliando le parti inferiori e superiori dell'immagine.
Say, where did I see this guy?
In Red River?
Or A Place in the Sun?
Maybe the Misfits?
Or From Here to Eternity?


Saluti, B.
Avatar utente
Barbazza
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 5790
Iscritto il: martedì 12 luglio 2005, 19:38

Messaggioda Invisible » sabato 29 dicembre 2007, 17:49

Insomma, na' schifezza di DVD per questo bel film (prossimamente un mio commento e voto). :-12
"Lui era bellissimo, ma Lei non lo vedeva proprio..."

Immagine Immagine Immagine Immagine

"It's the most horrible thing I've ever seen in my life!"
Avatar utente
Invisible
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 13729
Iscritto il: domenica 30 maggio 2004, 19:36

Messaggioda Invisible » giovedì 3 gennaio 2008, 22:23

Ma del film non è uscita anche un'edizione Raro Video?

Cmq, ecco il mio commentino...

A SNAKE OF JUNE
Scattare foto erotiche all'insaputa di chi è dinanzi all'obiettivo. No, non è una furbata da paparazzi. Una giovane fanciulla sposata, operatrice-consulente telefonica in un centro d'igiene mentale, è ricattata dalla voce di un uomo che la stava spiando mentre lei si masturbava: in cambio dei negativi, dovrà compiere atti osceni per lui. Non le chiede di fare sesso ma solo di lasciarsi andare alle voglie più inconfessate, perché sono accomunati da un ultimo desiderio "serpeggiante", perché se la repressione è morte l'orgasmo è vita.
La trasgressione declinata nella malattia e viceversa. Il decorso è meno deflagrante che in altre opere di Tsukamoto (sebbene qui ad erompere è la sensualità frustrata di Rinko/Asuka Kurosawa), e altresì estremo, disfunzionale, metamorfico.
Una trama che pare ricalcata sulle tavole di un manga, ed infatti il viraggio blu della pellicola, ammantato di riflessi delle gocce di pioggia iridescente che cadono ininterrottamente per tutto il film, è quanto di più stilisticamente vicino alla china di un fumetto. Cinema allo stato puro, sfuggente e abbagliante come il flash di una macchina fotografica.

VOTO: 8
Ultima modifica di Invisible il venerdì 4 gennaio 2008, 1:00, modificato 1 volta in totale.
"Lui era bellissimo, ma Lei non lo vedeva proprio..."

Immagine Immagine Immagine Immagine

"It's the most horrible thing I've ever seen in my life!"
Avatar utente
Invisible
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 13729
Iscritto il: domenica 30 maggio 2004, 19:36

Messaggioda Dick Laurent » venerdì 4 gennaio 2008, 0:01

Invisible ha scritto:Ma del film non è uscita anche un'edizione Raro Video?


eh no...di Tsukamoto sono usciti i primi film fino a Bullet Ballet e l'ultimo Nightmare Detective.


Bel commento, ho gradito soprattutto l'accostamento (tutt'altro che campato per aria, anzi, direi che è proprio così) alle tavole di un fumetto...pensandoci l'effetto che da il viraggio è quello di un fumetto monocromo "ad inchiostro", ed anche la narrazione concitata ed il montaggio a tratti ipercinetico (Tsukamoto DOC, da Tetsuo a Tokyo Fist, solo per citare gli esempi migliori) paiono quelli di un manga.

:-9


P.S. Barbà, un commentino anche tu? :fischio
[font=Lucida Console]AXX° n N[/font]

ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine Immagine
Avatar utente
Dick Laurent
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 2495
Iscritto il: martedì 20 marzo 2007, 17:00
Località: Mulholland drive...

Messaggioda Invisible » venerdì 4 gennaio 2008, 1:13

Dick Laurent ha scritto:
Invisible ha scritto:Ma del film non è uscita anche un'edizione Raro Video?


eh no...di Tsukamoto sono usciti i primi film fino a Bullet Ballet e l'ultimo Nightmare Detective.


Ah, cavolo... l'avevo letto da qualche parte ma, evidentemente, si trattava di una svista. :-26
Ma, quindi, questa edizione ElleU non è altro che l'edizione distribuita dalla Mondo HE? Allora devo correggere nel topic generale del regista, dove le avevo indicate come edizioni diverse, però uno dei link rimanda ad un vecchio topic doppione di questo, e quindi ora come si deve aggiustare? :40

Tra l'altro, questa edizione è valutata da AF Digitale in termini lusinghieri. Gli danno *** stellette; riporto uno stralcio della rece tecnica:

[...] il quadro è volutamente sgranato, fatto che praticamente rende impossibile valutare la bontà della compressione. Certo la pellicola è pulita e priva di difetti fisici, il dettaglio è elevato e lo stacco tridimensionale assai apprezzabile. Nonostante la peculiarità cui è stato soggetto il materiale d'origine si può quindi ritenere più che positivo il responso video, così come l'audio: ben distribuito sui canali posteriori durante le musiche e naturale durante i dialoghi.


Boh...


Dick Laurent ha scritto:Bel commento, ho gradito soprattutto l'accostamento (tutt'altro che campato per aria, anzi, direi che è proprio così) alle tavole di un fumetto... pensandoci l'effetto che da il viraggio è quello di un fumetto monocromo "ad inchiostro", ed anche la narrazione concitata ed il montaggio a tratti ipercinetico (Tsukamoto DOC, da Tetsuo a Tokyo Fist, solo per citare gli esempi migliori) paiono quelli di un manga.


Mi fa piacere. :)
"Lui era bellissimo, ma Lei non lo vedeva proprio..."

Immagine Immagine Immagine Immagine

"It's the most horrible thing I've ever seen in my life!"
Avatar utente
Invisible
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 13729
Iscritto il: domenica 30 maggio 2004, 19:36

Messaggioda Invisible » sabato 5 gennaio 2008, 14:57

Invisible ha scritto:però uno dei link rimanda ad un vecchio topic doppione di questo, e quindi ora come si deve aggiustare? :40


Mah... per il momento ho aggiunto in coda alla scheda il link del vecchio topic. Certo, sarebbe stato meglio accorpare i due topic dapprincipio, e poi editare il primo post inserendo la tua scheda con opportuna segnalazione che ne eri l'autore...
"Lui era bellissimo, ma Lei non lo vedeva proprio..."

Immagine Immagine Immagine Immagine

"It's the most horrible thing I've ever seen in my life!"
Avatar utente
Invisible
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 13729
Iscritto il: domenica 30 maggio 2004, 19:36


Torna a DVD mercato italiano

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite