DOVE VA IL DVD?

Film in DVD, novità, recensioni, indiscrezioni e tutto ciò che riguarda il nostro mercato (ITA, region2)

Moderatori: ivs, giuphish, darkglobe, nocciolo, sandman

Re: DOVE VA IL DVD?

Messaggioda ZARDOZ1958 » martedì 23 ottobre 2012, 13:34

Zioruggi ha scritto:Pieno rispetto per il punto di vista di Mmax, che anzi un po' invidio: come dicevo, l'approccio del collezionista finisce per essere maniacale, ed in quanto tale, fondamentalmente irrazionale.
Non nego di sentirmi un po' scemo ad avere la casa piena di mensole, perfino in bagno, per contenere tutti i film della collezione. Ma qui si parla del modo individuale, personale e, in quanto tale, sacrosanto con cui ognuno ritiene di coltivare le proprie passioni.
Il modo di vedere le cose (o forse, meglio, di "sentire") le cose di Mmax è forse più razionale del mio (e di quello di altri collezionisti), sicuramente più pratico.
E non è nè più giusto nè più sbagliato.


Zioruggi noi due apparteniamo proprio alla stessa specie! Pensa che un'altra delle mie passioni concerne la fotografia (ma quella su pellicola e non in digitale) per cui ho gli spazi casalinghi occupati anche dai contenitori delle mie diapo (e dal relativo proiettore), di cui ovviamente sono gelosissimo :ok, e non mi sognerei mai di averle sull'hard disk del mio PC, né tanto meno mi sento un cavernicolo... :no
:-21
"Nessuno è perfetto!" (Joe E. Brown - A qualcuno piace caldo)
Avatar utente
ZARDOZ1958
Utente Junior
Utente Junior
 
Messaggi: 299
Iscritto il: mercoledì 15 luglio 2009, 10:55
Località: Mugnano del Cardinale

Re: DOVE VA IL DVD?

Messaggioda Mmax » martedì 23 ottobre 2012, 13:38

Caro Zioruggi, con questo ultimo post hai anche dato risposta alla domanda che avevo posto qui: http://www.dvdessential.it/blu-ray/coll ... ml#p730911
Avatar utente
Mmax
Utente Junior
Utente Junior
 
Messaggi: 401
Iscritto il: lunedì 3 gennaio 2011, 20:09
Località: Estero

Re: DOVE VA IL DVD?

Messaggioda Zioruggi » martedì 23 ottobre 2012, 14:55

Precisiamo una cosa: anche a livello di collezionisti, ci sono maggiori e minori gradi di "maniacalità".
Io tutto sommato, per quanto collezionista e affezionato ai miei dvd, mantengo un approccio abbastanza disincantato alla cosa, privilegiando comunque il contenuto dell'oggetto dvd, ossia il film: per me che la custodia sia slipcase o amaray, di plastica o di ferro, non è importante, anzi, per niente. Nè mi deprimo se la copertina non è accattivante, con colori sgargianti o ripercorra la locandina originale del film. O meglio: se è così meglio, ma non è fondamentale. Mi interessa di più che il dvd sia fatto bene come contenuti: in particolare che il video e l'audio siano di buona qualità. Chiramante preferisco i doppiaggi originali, la presenza della lingua originale e dei sottotitoli, e di extra interessanti.
Ma se sono assenti, mi dispiaccio più che altro perchè ciò è indizio di scarsa qualità generale del prodotto: io i film li guardo in italiano, l'inglese lo mastico poco e sono troppo pigro per impararlo bene alla mia età. Nè mi sognerei mai di comprare edizioni con gyft-set, modellini, pupazzi o altri oggetti feticcio.
Ma non prendo per matti quelli che lo fanno: il mio modo di essere collezionista non è certo paradigmatico, quindo non posso giudicare male chi è più "collezionista" di me, o chi lo è di meno.

Credo che il pluralismo sia alla base del vivere comune, ed il fatto che ci siano approcci diversi alle stesse cose è cosa buona e giusta.

Tornando al tema originale del topic, penso in definitiva che la diffusione dei contneuti via Web (ebook, musica, cinema ecc., la famosa "nuvoletta") continuerà a ampliarsi, perchè è nella natura delle cose il cambiamento, e attualmente la tendenza è in quella direzione.
Ma personalmente dubito che l'oggetto fisico (libro, disco, dvd o quello che sia) sia destinato a sparire, perchè è nella natura umana il senso del possesso, il culto dell'oggetto.
Zioruggi
Utente Junior
Utente Junior
 
Messaggi: 265
Iscritto il: giovedì 15 settembre 2011, 12:46

Re: DOVE VA IL DVD?

Messaggioda ZARDOZ1958 » martedì 23 ottobre 2012, 15:08

Ti quoto dalla A alla Z e... ritorno! :-27 :lol
"Nessuno è perfetto!" (Joe E. Brown - A qualcuno piace caldo)
Avatar utente
ZARDOZ1958
Utente Junior
Utente Junior
 
Messaggi: 299
Iscritto il: mercoledì 15 luglio 2009, 10:55
Località: Mugnano del Cardinale

Re: DOVE VA IL DVD?

Messaggioda Mmax » martedì 23 ottobre 2012, 15:09

Sono totalmente d'accordo quando sostieni che ciascuno ha diritto al suo modo di "vivere" il collezionismo, e sono grato per la pluralità di mezzi che ci sono forniti per dar sfogo alle nostre particolari preferenze.
Avatar utente
Mmax
Utente Junior
Utente Junior
 
Messaggi: 401
Iscritto il: lunedì 3 gennaio 2011, 20:09
Località: Estero

Re: DOVE VA IL DVD?

Messaggioda lu.ca. » martedì 23 ottobre 2012, 15:57

Non pensavo che aprendo questo thread, dopo alcuni iniziali fraintendimenti, la discussione si facesse così interessante.
Il collezionismo “fisico” ha in sé qualcosa di maniacale, concordo, e specialmente per i meno giovani credo sia l’unico modo possibile per coltivare una propria passione. Ma occorre, a mio avviso, prendere atto che il “consumo” di musica, cinema e libri sta cambiando con sorprendente rapidità. La mia è una semplice constatazione e non contiene nessun giudizio di valore, vale a dire se ciò costituisca un bene o un male. Forse, come tanti fenomeni, anche questo ha in sé elementi positivi e negativi, ma a mio avviso è difficile al momento esprimere un giudizio netto.
Nel mio intervento iniziale accennavo alla possibilità (che io ritengo tutt’altro che remota) che avvenga anche per i film quello che sta avvenendo da qualche tempo per la musica. Per quest’ultima, la fine del cd è stata ormai decretata, è solo questione di tempo. Certo, nessuno nega che i cd sopravviveranno probabilmente per un bel pezzo ancora, ma la tendenza, da parte di chi produce musica, è ormai quella di offrirla a pagamento in download (lasciamo da parte per il momento la pirateria e il download “a scrocco”) e di fornire persino un servizio di custodia, la “cloud” appunto, uno spazio virtuale cioè al sicuro (almeno in teoria) da inconvenienti pratici come quelli che sono stati citati (furti, danneggiamenti vari, mancanza di spazio in casa, ecc.).
Non so immaginare che cosa potranno inventarsi di analogo per i film le case cinematografiche e di distribuzione.
Io pongo solo un problema di qualità. Se guardo a quanto sta succedendo con la musica non c’è molto da stare allegri: un mp3 o un aac, al di là dell’indubbia comodità pratica della fruizione, non è la stessa cosa della sua registrazione originale. Quindi vorrei poter continuare ad acquistare, anche se con sistemi diversi, la musica che mi interessa nello standard di qualità più elevato.
La stessa cosa mi auguro avvenga per i film. Se il mercato sarà invaso da file con la qualità di un dvx (o, peggio ancora, di un flash), io continuerò ad acquistare quelli con qualità blu-ray, magari stipati su una nuvoletta personale…
Un saluto.
Luigi
Avatar utente
lu.ca.
Utente
Utente
 
Messaggi: 830
Iscritto il: martedì 2 ottobre 2012, 14:33

Re: DOVE VA IL DVD?

Messaggioda Mmax » martedì 23 ottobre 2012, 16:07

lu.ca. ha scritto:Io pongo solo un problema di qualità. Se guardo a quanto sta succedendo con la musica non c’è molto da stare allegri: un mp3 o un aac, al di là dell’indubbia comodità pratica della fruizione, non è la stessa cosa della sua registrazione originale. Quindi vorrei poter continuare ad acquistare, anche se con sistemi diversi, la musica che mi interessa nello standard di qualità più elevato.
La stessa cosa mi auguro avvenga per i film. Se il mercato sarà invaso da file con la qualità di un dvx (o, peggio ancora, di un flash), io continuerò ad acquistare quelli con qualità blu-ray, magari stipati su una nuvoletta personale…


Consiglio la lettura di questo articolo: http://arstechnica.com/apple/2012/03/th ... -shootout/
I was surprised to see how close the iTunes 1080p download comes to Blu-ray, considering that it's only a fraction of the file size. And let's be honest: there are lots of Blu-ray titles that look much worse than this iTunes download. But despite an impressive effort by Apple, Blu-ray still reigns king when it comes to image quality. And unlike iTunes titles, BRDs can have uncompressed multi-channel audio, multiple audio language options, and special features. Am I being greedy in wanting both good-looking downloads for convenience, as well as buy-once-play-anywhere Blu-ray discs of my all-time favorite movies?


e anche di questi altri:
http://arstechnica.com/apple/2012/03/ne ... mpression/
http://gigaom.com/apple/can-itunes-hd-replace-blu-ray/

E andando avanti, nuovi codecs (come l'High Efficiency Video Coding) permetteranni ai file di sfoggiare qualità sempre più simile a quella del re incontrastato che è il BR.

PS: condivido appieno questo commento al primo articolo che ho linkato poco sopra
One thing that's being missed with this comparison between iTunes and physical media is that Apple has already shown that it will upgrade titles purchased previously (720p to 1080p). In a few years, Apple could decide to upgrade the quality of their 1080p clips -- or move us to an even higher resolution to take advantage of whatever displays they are selling by then. But all of our BluRay discs will still be where they are today and will require us to purchase new copies of the same movies again to get the better quality.

Apple's model was always portrayed as a purchase model where the user gets to continue using whatever media they purchase forever. But it's appearing that it's really more than that -- it's a one time payment for the rights to use and download whatever is the current best format that Apple provides.

In this area, iTunes clearly wins over BluRay, IMO.
Avatar utente
Mmax
Utente Junior
Utente Junior
 
Messaggi: 401
Iscritto il: lunedì 3 gennaio 2011, 20:09
Località: Estero

Re: DOVE VA IL DVD?

Messaggioda lu.ca. » martedì 23 ottobre 2012, 16:32

Molto, molto interessante, Mmax. Grazie per questo tuo contributo.
Se questo sarà il futuro che ci aspetta, allora penso che non abbiamo nulla da temere.
:-21
Un saluto.
Luigi
Avatar utente
lu.ca.
Utente
Utente
 
Messaggi: 830
Iscritto il: martedì 2 ottobre 2012, 14:33

Re: DOVE VA IL DVD?

Messaggioda lu.ca. » martedì 23 ottobre 2012, 16:43

Consentitemi un piccolo off topic.
Chi ama la musica da film si guardi questo breve video sull'imminente uscita di una ri-registrazione della stupenda colonna sonora di Miklos Rozsa per "Quo Vadis?".
http://www.youtube.com/watch?feature=pl ... 8jIOgJzjLk
Un saluto.
Luigi
Avatar utente
lu.ca.
Utente
Utente
 
Messaggi: 830
Iscritto il: martedì 2 ottobre 2012, 14:33

Re: DOVE VA IL DVD?

Messaggioda Mmax » martedì 23 ottobre 2012, 16:46

Relativamente alla qualità della musica liquida, un frammento dal terzo articolo che ho postato sopra:
I was a weekend musician for a large part of the 80′s and 90′s and I love music. I owned a SACD player because I loved hearing the subtle details in Miles Davis’ Kind of Blue and the sound of Stevie Ray Vaughan’s fingers sliding across the strings in Texas Flood. But I only really enjoyed the difference when I was sitting in the “sweet spot” of my two-channel system with perfect stereo imaging. I couldn’t really appreciate the difference in the quality of the recordings between SACD and CD when I had music on in the background as I was working around the house. Music downloads are successful for the simple reason that convenience and quality are sufficient. The difference in quality does not bother people because you typically are not giving your full attention to the sound quality while jogging, working, eating, etc. and the convenience is king because no one is willing to get up and change a CD anymore.

Movies are different because you are planted in front of the screen for about two hours and typically devote your full attention to the film while watching it. This makes all the difference in comparing incremental differences in the quality of Blu-ray and iTunes HD. If I’m going to give my full attention to something for two hours, I want the best quality. I would be tempted by the convenience of iTunes downloads, but at the same price point, I just want the best quality.
Avatar utente
Mmax
Utente Junior
Utente Junior
 
Messaggi: 401
Iscritto il: lunedì 3 gennaio 2011, 20:09
Località: Estero

Re: DOVE VA IL DVD?

Messaggioda ZARDOZ1958 » martedì 23 ottobre 2012, 17:30

lu.ca. ha scritto:Non pensavo che aprendo questo thread, dopo alcuni iniziali fraintendimenti, la discussione si facesse così interessante.
Il collezionismo “fisico” ha in sé qualcosa di maniacale, concordo, e specialmente per i meno giovani credo sia l’unico modo possibile per coltivare una propria passione... Se il mercato sarà invaso da file con la qualità di un dvx (o, peggio ancora, di un flash), io continuerò ad acquistare quelli con qualità blu-ray, magari stipati su una nuvoletta personale…

In effetti lu.ca. hai sollevato un bel vespaio! :-27
Certo dal mio punto di vista e sulla base di questa tua affermazione "Quando è nato il cd, io ho preso i (non moltissimi) LP che avevo e li ho regalati!" non posso certo considerarti un collezionista a tutto tondo.
Mi auguro comunque che lo scenario profetizzato da Leone, che in un post della prima pagina diceva più o meno che quando il supporto fisico sparirà noi (per lo meno quelli della nostra generazione) saremo belli e sepolti da tempo, sia abbastanza realistico, anche perché per la visione di un film o per l'ascolto di un brano musicale non vorrei mai e poi mai dipendere dagli "eredi" di Steve Jobs :no
:-9
"Nessuno è perfetto!" (Joe E. Brown - A qualcuno piace caldo)
Avatar utente
ZARDOZ1958
Utente Junior
Utente Junior
 
Messaggi: 299
Iscritto il: mercoledì 15 luglio 2009, 10:55
Località: Mugnano del Cardinale

Re: DOVE VA IL DVD?

Messaggioda Blade80 » martedì 23 ottobre 2012, 17:47

Ma qua non è un problema di qualità del video
ma di sicurezza informatica e privacy, inutile prendersi in giro.

Da un punto di vista collezionistico il supporto è tangibile
Con il cloud non hai niente in mano, solo un pugno di mosche.
E' come scopare un'immagine olografica
scusate i termini ma francamente da fastidio vedere in giro su internet gente che si prodiga a rendere meno indolore l'enorme fallo che penetrerà le nostre/vostre vite sotto forma di "progresso"...
...we are spirits in the material world...
Avatar utente
Blade80
Nuovo Utente
Nuovo Utente
 
Messaggi: 125
Iscritto il: mercoledì 21 luglio 2010, 13:54

Re: DOVE VA IL DVD?

Messaggioda lu.ca. » martedì 23 ottobre 2012, 18:01

ZARDOZ1958 ha scritto:Certo dal mio punto di vista e sulla base di questa tua affermazione "Quando è nato il cd, io ho preso i (non moltissimi) LP che avevo e li ho regalati!" non posso certo considerarti un collezionista a tutto tondo

Infatti, quando avevo gli LP non ero ancora un collezionista. Lo sono diventato a partire dagli anni 80, quando mi sono convertito al digitale e sono riuscito con molto dispendio di tempo e di denaro ad arrivare oggi a possedere quasi 5000 CD. Scusa se è poco.
Un saluto.
Luigi
Avatar utente
lu.ca.
Utente
Utente
 
Messaggi: 830
Iscritto il: martedì 2 ottobre 2012, 14:33

Re: DOVE VA IL DVD?

Messaggioda lu.ca. » martedì 23 ottobre 2012, 18:12

Blade80 ha scritto:Ma qua non è un problema di qualità del video
ma di sicurezza informatica e privacy, inutile prendersi in giro.
Da un punto di vista collezionistico il supporto è tangibile
Con il cloud non hai niente in mano, solo un pugno di mosche.
E' come scopare un'immagine olografica
scusate i termini ma francamente da fastidio vedere in giro su internet gente che si prodiga a rendere meno indolore l'enorme fallo che penetrerà le nostre/vostre vite sotto forma di "progresso"...

Calma, non perdiamo la testa. Nessuno vuole rendere indolore niente. E a nessuno piace farsi prendere in giro (per dirla in maniera "pulita") dal "progresso".
Si sta solo discutendo tranquillamente fra persone cui piace il cinema.
Un saluto.
Luigi
Avatar utente
lu.ca.
Utente
Utente
 
Messaggi: 830
Iscritto il: martedì 2 ottobre 2012, 14:33

Re: DOVE VA IL DVD?

Messaggioda deejaylud » martedì 23 ottobre 2012, 18:15

Mmax ha scritto:Per "portarmi dietro" la videoteca devo solo avere un accesso internet (che con gli smartphone attuali è pressoché sempre) e la mia login e password, non un camion da trasloco pieno di scatoloni :lol

E se l'accesso ad internet non lo avessi, o non fosse possibile connettersi in modo ottimale? La rete non è così sviluppata su tutto il globo (non parliamo dell'Italia). E se avvenisse qualcosa stile "the Walking dead" o "resident Evil"? chi ti garantirebbe il servizio offerto?
Poi non so che gusto ci sia nel vedere un film su smartphone...
Sul camion da trasloco ti do ragione, ma è un rischio che mettiamo in conto per tutto, elettrodomestici, mobili e altro, non penso che se ci vada a fuoco casa il nostro primo pensiero vada alla collezione di film andata, è il caso di dirlo, in fumo... al massimo può essere il secondo pensiero :lol altrimenti potremmo pure andare a vivere tutti sotto i ponti o in auto collegati a SecondLife.
Secondo questo ragionamento portemmo gustarci il Louvre con i tools di Google, a che pro spendere soldi per andare fino a Parigi, facciamolo da casa, tanto è uguale :-27

Diverso è il discorso della sicurezza informatica: chi ti assicura la protezioni da frodi, malintenzionati e altro? Proprio nessuno, non basta una "s" dopo http per crederci al riparo dal male di internet. E se il tuo account venisse violato? Queste sono considerazioni di primo ordine, anzi di ordine 0, che deviano dall'azione principale, che è quella di vedere film.
Il dover dare le mie generalità e creare degli account con dati sensibili (con tutte le problematiche che ci sono dietro e che conosciamo) per potermi vedere un film sul divano la sera francamente lo vedo un sopruso!


Mmax ha scritto:il file non lo graffi e non lo spezzi

La possibilità che i file si corrompano, anche se remota, c'è.



Comunque da quello che si è detto, posso considerami un collezionista decisamente maniacale: voglio qualcosa di tangibile tra le mani (magari anche di bell'aspetto perché diciamocelo, anche l'occhio vuole la sua parte), soprattutto qualcosa che possa considerare di "mia proprietà" (anche se si trattasse del mero pezzo di plastica) e non un prodotto che è mi è stato concesso di usare sito a centinaia di chilometri dal mio lettore (mi sa di qualcosa in comodato d'uso, che è tuo ma al tempo stesso non lo è), che potrebbe essere soggetto a problematiche che non dipendono direttamente da me.


Per quanto riguarda la musica, l'mp3 è un file compresso che anche se a 320kbps rimane tale, quindi fate vobis.
lu.ca. ha scritto:sono riuscito con molto dispendio di tempo e di denaro ad arrivare oggi a possedere quasi 5000 CD. Scusa se è poco.

infatti dubito che saresti disposto a privartene (anche fosse a pagamento) perché ora puoi andare sul formidabile iTunes che ti offre tutti i tuoi 5000cd in 300Gb ;)


Blade80 ha scritto:scusate i termini ma francamente da fastidio vedere in giro su internet gente che si prodiga a rendere meno indolore l'enorme fallo che penetrerà le nostre/vostre vite sotto forma di "progresso"...

La tua franchezza ha reso perfettamente l'idea :)


Continuo a ribadire il mio punto di vista, ossia che il supporto fisico ci deve essere, poi può sempre essere affiancato dal supporto digitale (così si fanno contenti tutti) e allo stesso tempo rispetto i punti di vista degli altri, come è giusto che sia. Scusate per il papiro ma mentre scrivevo mi trovavo dei nuovi post :oops:
"Non cercare di piegare il cucchiaio... è impossibile... cerca invece di giungere alla verità..."
"Quale verità?"
"Che il cucchiaio non esiste..."

Lud's Collection - MyCollection
Avatar utente
deejaylud
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 1161
Iscritto il: martedì 30 novembre 2010, 20:50
Località: Roma

Re: DOVE VA IL DVD?

Messaggioda ZARDOZ1958 » martedì 23 ottobre 2012, 18:35

Questa volta a quotarti in toto sono io! :plauso :plauso :plauso
"Nessuno è perfetto!" (Joe E. Brown - A qualcuno piace caldo)
Avatar utente
ZARDOZ1958
Utente Junior
Utente Junior
 
Messaggi: 299
Iscritto il: mercoledì 15 luglio 2009, 10:55
Località: Mugnano del Cardinale

Re: DOVE VA IL DVD?

Messaggioda leone510 » martedì 23 ottobre 2012, 21:48

Mi accodo anch'io al commento di deejaylud, parola per parola!

Vorrei aggiungere una cosa, di cui si può tranquillamente dubitare, ma credo che in pochi lo faranno; il "collezionismo" (di qualunque campo sia) è qualcosa di materiale, "possedere", "avere in collezione", tutto ciò che non puoi toccare con mano può identificarsi come "avere una passione" per quella cosa, ma non posso dire di collezionarla (e qui si parla di collezionare)!

Insomma se un collezionista di francobolli mi invita a vedere la sua immensa collezione e poi una volta saliti in camera sua accende il pc e mi fa vedere delle foto dal computer io gli rido in faccia, che mi perdoni ma non riuscirei proprio a trattenermi! :-9

Sul fatto del "danneggiamento" tutto si può danneggiare, dovremmo smettere di comprare qualunque cosa allora, non sarebbe più vita questa, siamo esseri umani, siamo materia, e la cosa che più desideriamo (e purtroppo è cosi non c'è niente da fare) è il "materiale", il tangibile! :-21
Avatar utente
leone510
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 6141
Iscritto il: sabato 11 giugno 2005, 10:39
Località: napoli

Re: DOVE VA IL DVD?

Messaggioda Mmax » martedì 23 ottobre 2012, 23:31

Blade80 ha scritto:Ma qua non è un problema di qualità del video
ma di sicurezza informatica e privacy, inutile prendersi in giro.

Da un punto di vista collezionistico il supporto è tangibile
Con il cloud non hai niente in mano, solo un pugno di mosche.
E' come scopare un'immagine olografica
scusate i termini ma francamente da fastidio vedere in giro su internet gente che si prodiga a rendere meno indolore l'enorme fallo che penetrerà le nostre/vostre vite sotto forma di "progresso"...

Permettimi di dissentire. La sicurezza del mio account sul cloud è allo stesso livello di quella della porta di casa mia... Così come può capitare che il sistema informatico venga compromesso (ad oggi non ho mai letto di qualcuno a cui sono stati "rimossi" i files dall'account iTunes), capita che un ladro sfondi la porta e si porti via tutti i tuoi preziosi pezzi di plastica (a me è successo nel 2005, provocandomi un danno economico non indifferente). Quantomeno anche mai il ladro si comprasse un film col mio account sul cloud, posso sempre contestare il pagamento via carta di credito e contattare il servizio cloud per far cambiare la password!

PS: per la sicurezza e la privacy, quanti di voi comprano i supporti fisici nei negozi on-line a mezzo carte di pagamento? In linea con la critica mossa, una pluralità di negozi online da cui fate acquisti implica una pluralità di accounts e una pluralità di luoghi ove i dati delle vostre carte sono memorizzati, esponendovi a rischi anche maggiori! :dance
Ultima modifica di Mmax il martedì 23 ottobre 2012, 23:52, modificato 3 volte in totale.
Avatar utente
Mmax
Utente Junior
Utente Junior
 
Messaggi: 401
Iscritto il: lunedì 3 gennaio 2011, 20:09
Località: Estero

Re: DOVE VA IL DVD?

Messaggioda ZARDOZ1958 » martedì 23 ottobre 2012, 23:32

leone510 ha scritto:Insomma se un collezionista di francobolli mi invita a vedere la sua immensa collezione e poi una volta saliti in camera sua accende il pc e mi fa vedere delle foto dal computer io gli rido in faccia, che mi perdoni ma non riuscirei proprio a trattenermi! :-9


Splendido esempio Leone! :-27 :-27 :-27
:-9
"Nessuno è perfetto!" (Joe E. Brown - A qualcuno piace caldo)
Avatar utente
ZARDOZ1958
Utente Junior
Utente Junior
 
Messaggi: 299
Iscritto il: mercoledì 15 luglio 2009, 10:55
Località: Mugnano del Cardinale

Re: DOVE VA IL DVD?

Messaggioda Mmax » mercoledì 24 ottobre 2012, 0:08

deejaylud ha scritto:E se l'accesso ad internet non lo avessi, o non fosse possibile connettersi in modo ottimale? La rete non è così sviluppata su tutto il globo (non parliamo dell'Italia). E se avvenisse qualcosa stile "the Walking dead" o "resident Evil"? chi ti garantirebbe il servizio offerto?
Poi non so che gusto ci sia nel vedere un film su smartphone...

E chi ha detto che li guardo sullo smartphone? Collego il telefono al TV e li guardo li :-9

Tra l'altro il file non sono obbligato a guardarlo in streaming, posso pure fare il download quando ho connessione e vederlo anche in assenza di rete dopo.

deejaylud ha scritto:Diverso è il discorso della sicurezza informatica: chi ti assicura la protezioni da frodi, malintenzionati e altro? Proprio nessuno, non basta una "s" dopo http per crederci al riparo dal male di internet. E se il tuo account venisse violato? Queste sono considerazioni di primo ordine, anzi di ordine 0, che deviano dall'azione principale, che è quella di vedere film.
Il dover dare le mie generalità e creare degli account con dati sensibili (con tutte le problematiche che ci sono dietro e che conosciamo) per potermi vedere un film sul divano la sera francamente lo vedo un sopruso!

Vedi la mia risposta precedente...

deejaylud ha scritto:
Mmax ha scritto:il file non lo graffi e non lo spezzi

La possibilità che i file si corrompano, anche se remota, c'è.


Se un file nel cloud si corrompe, ci pensa il fornitore a ripristinarlo con una copia integra... se rompo il DVD o il BR non me lo ripara nessuno :-13
Avatar utente
Mmax
Utente Junior
Utente Junior
 
Messaggi: 401
Iscritto il: lunedì 3 gennaio 2011, 20:09
Località: Estero

Re: DOVE VA IL DVD?

Messaggioda Mmax » mercoledì 24 ottobre 2012, 0:22

leone510 ha scritto:...il "collezionismo" (di qualunque campo sia) è qualcosa di materiale, "possedere", "avere in collezione", tutto ciò che non puoi toccare con mano può identificarsi come "avere una passione" per quella cosa, ma non posso dire di collezionarla (e qui si parla di collezionare)!


Io colleziono i film, non i supporti, e i film sono "tangibili" agli occhi allo stesso modo con o senza supporto fisico.
Avatar utente
Mmax
Utente Junior
Utente Junior
 
Messaggi: 401
Iscritto il: lunedì 3 gennaio 2011, 20:09
Località: Estero

Re: DOVE VA IL DVD?

Messaggioda deejaylud » mercoledì 24 ottobre 2012, 9:46

Mmax, ma la qualità così dove la metti? Hai scaricato dalla rete dei film che al massimo si accostano la qualità di un dvd (o la superano, non mi intendo del fenomeno) e li vedi su uno smartphone collegato con dei cavi RCA al tv. Sei così sicuro che le prestazioni dello smartphone per riprodurlo siano ottimali al pari del lettore? E di che qualità sono questi cavi? L'uomo si sbatte da sempre per aumentare prestazioni (e magari diminuire i costi), e supere i propri limiti. Man mano cerchiamo di passare ad un'infrastruttura completamente digitale e poi usciamo dallo smartphone in analogico una volta arrivati al tv? :-7 Scusami ma preferisco spendere 10€ e gustarmi un film a 1080p.
A mio avviso, se non badi un minimo anche alla qualità di quello che stai vedendo non stai collezionando film, stai barrando una lista della spesa per il mero gusto di dire "ok, anche questa è fatta".

Altro problema non di poco conto: come pensi di smuovere 25/50Gb sulla rete? Allo stato attuale l'infrastruttara che si ha è inadeguata ad uno sviluppo di massa in tal senso, che renda i tempi di download "accettabili" e non geologici, sempre fermo restando che non si vada a incidere sulla qualità con l'utilizzo di codecs a/v. E quando si svilupperà a pieno il 4K? Pensi che la rete sia al passo? In alcune parti del mondo forse si, ma l'intrattenimento videoludico è un bene collettivo, e un progresso in questo verso dove chi può beneficiarne è solo una piccola parte della popolazione, fortunata per essere nata in luoghi dove persone assennate amministrano meglio di altre la macchina delo stato abbracciando il progresso non va nella direzione giusta.



Non reputarmi scortese se ti faccio questa domanda, in amicizia: ma ti pagano per fare tutta questa publicità alla Mela? Perché sembri il loro messia...
Non è che anche tu affollavi le strade vicino i centri commerciali per accaparrarti il fiammante iPhone 5 al day one? :lol
"Non cercare di piegare il cucchiaio... è impossibile... cerca invece di giungere alla verità..."
"Quale verità?"
"Che il cucchiaio non esiste..."

Lud's Collection - MyCollection
Avatar utente
deejaylud
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 1161
Iscritto il: martedì 30 novembre 2010, 20:50
Località: Roma

Re: DOVE VA IL DVD?

Messaggioda deejaylud » mercoledì 24 ottobre 2012, 9:56

Tra l'altro in tutto questo ci tengo a ribadire che non è una "lotta" tra giovani malati per il progresso e attempati radicati alle loro convinzioni. E uno scambio di opinioni (anche duro, se vogliamo) tra visioni di pensiero. Non è una questione d'età, perché io ho 26 anni e mi ritengo amante del progresso, quando questo però è costruttivo. Abbandonare copie fisiche di un qualsiasi oggetto solo perché "il mondo va verslo la digitalizzazione di tutto", seguendo questo "progresso" per non finire come vecchi eremiti francamente non ha senso.
Ad esempio, esiste allo stato attuale un modo per fruire di film in HD (1080p/i) che non influisca sulla qualità del film stesso? NO! L'unico modo per avere quello che avevamo prima senza cambiare le carte in tavola e continuare ad acquistare BD fisici. Finché le cose stanno così, i supporti non smetteranno mai di esistere.
"Non cercare di piegare il cucchiaio... è impossibile... cerca invece di giungere alla verità..."
"Quale verità?"
"Che il cucchiaio non esiste..."

Lud's Collection - MyCollection
Avatar utente
deejaylud
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 1161
Iscritto il: martedì 30 novembre 2010, 20:50
Località: Roma

Re: DOVE VA IL DVD?

Messaggioda Mmax » mercoledì 24 ottobre 2012, 11:15

Premessa, stiamo parlando del futuro dei DVD, e non di quale formato abbia la qualità superiore.

Non ti reputo affatto scortese, non ti preoccupare, ma mi sembra però evidente che non conosci a sufficienza come funzioni il sistema, quindi mi permetto di illustrarlo un poco meglio:
- i film che puoi acquistare dallo store online sono disponibili in tre versioni (SD, 720p, 1080p), quella che scarichi in quel momento dipende dai settaggi che imposti nel programma (anche in funzione di dove lo andrai poi a vedere);
- le dimensioni dei file non sono quelle di un BR (25-50GB), ma più modeste (A 2 hour SD movie is about 1.5 GB, and a 2 hour HD movie is about 4 GB). Personalmente ho una connessione via cable modem da 120 Mbps in download e 10 Mbps in upload, scaricare un film richiede solo pochi minuti;
- per la qualità dei film ti rimando all'articolo che avevo postato sopra di cui riporto una righa di conclusioni;
I was surprised to see how close the iTunes 1080p download comes to Blu-ray, considering that it's only a fraction of the file size. And let's be honest: there are lots of Blu-ray titles that look much worse than this iTunes download.

- il collegamento tra lo smartphone ed il TV può essere fatto con cavi analogici (RCA) o cavi digitali (HDMI). Io adopero una AppleTV 2, che legge i file memorizzati nel mio NAS, collegata all'AV receiver via HDMI, ma all'occorrenza potrei trasferire il file sullo smartphone e "spararlo" via WiFi attraverso la AppleTV 2 al TV oppure collegare lo smartphone con un cavo HDMI direttamente al TV.


Non sono pagato per fare pubblicità ad Apple o ad altri fornitori online, sono solo molto soddisfatto di alcuni dei loro prodotti e servizi.
Non possiedo un iPhone 5 (ho avuto un 3GS che si è rotto pochi giorni fa, e da poche ore possiedo un 4S), ed in ogni caso non farei la fila fuori da alcun negozio... preferisco comprare on-line con consegna a domicilio :lol
Ultima modifica di Mmax il mercoledì 24 ottobre 2012, 11:55, modificato 4 volte in totale.
Avatar utente
Mmax
Utente Junior
Utente Junior
 
Messaggi: 401
Iscritto il: lunedì 3 gennaio 2011, 20:09
Località: Estero

Re: DOVE VA IL DVD?

Messaggioda Mmax » mercoledì 24 ottobre 2012, 11:47

Altro problema non di poco conto: come pensi di smuovere 25/50Gb sulla rete? Allo stato attuale l'infrastruttara che si ha è inadeguata ad uno sviluppo di massa in tal senso, che renda i tempi di download "accettabili" e non geologici, sempre fermo restando che non si vada a incidere sulla qualità con l'utilizzo di codecs a/v. E quando si svilupperà a pieno il 4K? Pensi che la rete sia al passo? In alcune parti del mondo forse si, ma l'intrattenimento videoludico è un bene collettivo, e un progresso in questo verso dove chi può beneficiarne è solo una piccola parte della popolazione, fortunata per essere nata in luoghi dove persone assennate amministrano meglio di altre la macchina delo stato abbracciando il progresso non va nella direzione giusta.


Come avevo scritto altrove, l'utilizzo di nuovi codecs permetterà pian piano di raggiungere la qualità offerta oggi dai BR, ad una frazione dello spazio. Già oggi il codec H264 richiede fino al 55% dello spazio in meno rispetto al codec MPEG2 usato nei DVD.

PS: In ogni caso io mi godo il meglio dei due mondi: possiedo sia dischi fisici (DVD e BR) che file online. Dato che qui da me nei Paesi Bassi è legale "rippare" i dischi fisici, metto le ISO sul NAS e ho tutto a portata di qualunque schermo tra i miei io voglia, sia in locale che in remoto.
Avatar utente
Mmax
Utente Junior
Utente Junior
 
Messaggi: 401
Iscritto il: lunedì 3 gennaio 2011, 20:09
Località: Estero

PrecedenteProssimo

Torna a DVD mercato italiano

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 6 ospiti