Die Hard 5

Commenti sui film presenti nelle sale e non solo.

Moderatori: darkglobe, nocciolo, sandman, Invisible

Die Hard 5

Messaggioda Zioruggi » lunedì 18 febbraio 2013, 11:50

John McClane è sempre lui, ma non è più lui.
Si è pensato forse che 57 anni fossero troppi per reggere da solo la scena di un film di action pura, ma talmente pura da esserci ormai solo quella. E gli hanno quindi affiancato, al buon Bruce,( invero sempre in splendida forma, pur con un po' di rughe in più), un muscoloso manichino inespressivo ed inutile.

Non mi sono voluto perdere la quinta scesa in campo del duro poliziotto newyorkese che risolve tutto a colpi di mitra, con il suo disincanto e la sublime capacità di finire ogni suo film in canotta e pieno di sangue.
Non sono uno sfegatato dei film di sola azione, ma i primi tre "Die Hard" mi sono piaciuti come sono piaciuti a chiunque, spece il primo ed il n.3, che avevano alla guida un regista capace, un fuoriclasse del genere.
Ed ero stato uno dei pochi a divertirmi con il n. 4, vituperato da quasi tutti.
Qui, questa volta, si è passato il limite: siamo arrivati a superare quella soglia che rende un film da spettacolare a inguardabile: tutto esagerato, tutto improbabile, protagonisti troppo invulnerabili, antagonisti troppo piatti ed insulsi, insomma, tutto TROPPO, e l'inevitatible battuta pronta del protagonista si è tramutata in una incoscienza oltre i limiti dell'idiozia.
Il tutto non aiutato da figure di spalla non all'altezza del protagonista e del suo (fu) carisma.
Un'ora e mezza scarsa di spettacolo puro, di sola adrenalina, di soli effetti speciali, proprompenti, invadenti, esagerati, stupefacenti: TROPPO, quasi nauseabondi.
Per segnare la legge del contrappasso, una volta tornato a casa ho infilato nel lettore il dvd del primo, vero McClane, quello che girava a piedi nudi per un grattacielo infestato di falsi terroristi, non uomo invincibile ma duro poliziotto che cerca di salvare la pelle e di sconfiggere un nemico più forte di lui, con le armi del coraggio e dell'astuzia, e con quella macabra ironia che ne hanno fatto un marchio di fabbrica: e mi è tornato il sorriso. Non per aver ritrovato, quasi con sorpresa, dei capelli sulla testa di Bruce Willice, non per il viso liscio e senza rughe, ma per aver ritrovato un film d'azione, per quanto improbabile, ma godibile, non fiaccato da derive caricaturali, non soffocato dall'invadenza degli effetti speciali, (allora funzionali al film e non viceversa).

Se mai ci dovesse essere un sesto capitolo della saga (credo, e spero di no), spero comunque che si renda il palcoscenico al suo protagonista, e che il manico sia affidato di nuovo ad un regista che ci capisce, uno in grado di fare un film, condito di ironia, di effetti speciali, di azione, ma tutto funzionale ad un film, piuttosto che un'accozzaglia di situazioni clamorose ed esagerate al punto da risultare indigeste, da appollotolare a forza in un'ora e mezza di pellicola, come è stato in questo caso.

Nota a margine: aspettavo il "marchio", il refrain dello "hippy ya ye" che ha contraddistinto i precedenti capitoli, lo avevo udito nei trailers, sapevo che c'era per averlo letto nelle recensioni. Ma nella sala 7 dello Space Cinema di Parco de Medici, a Roma, di Hippy ya ye nemmeno l'ombra: nelle mega sale dei grandi circuiti, ci propinano quindi pellicole sforbiciate????

Segnalo la recensione di Boris Sollazzo su My Movies, che in poche parole riesce a rendere l'idea:
http://www.mymovies.it/film/2013/diehard5/
Ultima modifica di Zioruggi il mercoledì 27 febbraio 2013, 14:00, modificato 1 volta in totale.
Zioruggi
Utente Junior
Utente Junior
 
Messaggi: 277
Iscritto il: giovedì 15 settembre 2011, 12:46

Re: Die Hard 5

Messaggioda mark-bluray » lunedì 18 febbraio 2013, 16:57

Film pieno di inseguimenti (avrà il record di auto amaccate e rovinate questo film) ed effettoni speciali (peraltro ben fatti) un pochino migliore rispetto al deludentissimo precedente episodio ma rimane comunque inferiore rispetto ai primi tre mitici film.
Spero che la chiudano quà con la saga di Die Hard (spiace dirlo, McClane rimane comunque un mito) perchè dopo il terzo meraviglioso episodio non ha comunque più nulla da dire.
Anche il fatto di ambientare il tutto a Mosca è un "pò strano" per un film come Die Hard.
Sufficiente ne di più ne di meno.
Avatar utente
mark-bluray
Utente
Utente
 
Messaggi: 577
Iscritto il: giovedì 5 aprile 2012, 9:14
Località: Milano

Re: Die Hard 5

Messaggioda Hellboy » mercoledì 27 febbraio 2013, 12:46

Zioruggi ha scritto:John McClane è sempre lui, ma non è più lui.
Si è pensato forse che 57 anni fossero troppi per reggere da solo la scena di un film di action pura, ma talmente pura da esserci ormai solo quella. E gli hanno quindi affiancato, al buon Bruce,( invero sempre in splendida forma, pur con un po' di rughe in più), un muscoloso manichino inespressivo ed inutile.


Forse non te ne sei accorto, ma, tralasciando il 2° film che è un po' apocrifo (soprattutto con il doppiaggio italiano), McClane ha sempre avuto un partner: nel primo era l'agente Powell, anche se solo radiofonico, nel 3° era Zeus Carver, nel 4° Justin Long, e nel 5° suo figlio, che secondo me ci sta molto come nuovo action hero... l'attore dico.

Zioruggi ha scritto:Nota a margine: aspettavo il "marchio", il refrain dello "hippy ya ye" che ha contraddistinto i precedenti capitoli, lo avevo udito nei trailers, sapevo che c'era per averlo letto nelle recensioni. Ma nella sala 7 dello Space Cinema di Parco de Medici, a Roma, di Hippy ya ye nemmeno l'ombra: nelle mega sale dei grandi circuiti, ci propinano quindi pellicole sforbiciate????


La frase NON la dice solo nel secondo film, ovviamente in italiano, visto che è stata doppiata "Buon decollo figlio di pu**ana!".
Nel 5° la dice chiaramente mentre salta giù dall'elicottero con la jeep.
Però non dice: "Yppi Yà Yè...!", ma l'originale, "Yippee Ki-Yay...!"

Comunque se vi interessano qui ci sono le mie opinioni:

L'intera saga fino al 4° film:

http://www.nerdsrevenge.it/2013/02/18/d ... S3hraJrjmp

Il 5° film:

http://www.nerdsrevenge.it/2013/02/19/d ... S3hxKJrjmo

Il primo film visto da un'angolazione completamente nuova, con tutto un metatesto molto significativo per gli anni in cui è uscito:

http://www.nerdsrevenge.it/2013/02/21/d ... S3hyaJrjmo

Ciao :D
Immagine
Avatar utente
Hellboy
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 1941
Iscritto il: lunedì 28 giugno 2004, 21:32


Torna a Cinema

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 1 ospite

cron