[Registi] Clint Eastwood

Commenti sui film presenti nelle sale e non solo.

Moderatori: darkglobe, nocciolo, sandman, Invisible

Re: Controcorrente: il caso Eastwood

Messaggioda hicks82 » giovedì 2 aprile 2009, 23:43

Dark-Moor ha scritto:dare 10 a il cavaliere oscuro e dare 10 a metropolis: ma sono sullo stesso livello? Non credo proprio.....


Ci si casca sempre su questi discorsi.....personalmente anchio darei un 10 al Cavaliere Oscuro per il semplice motivo che essendo fan del fumetto, vederlo trasposto in un film così straordinario l'ha reso ancora più unico...e non ho fatto il discorso del tipo "c*zz* se do 10 a questo film allora cosa dovrei dare ai capolavori storici? 20?" Ma che si fottano questi discorsi, è chiaro che sono 2 film incomparabili però sticazzi.......se vedo un bel film fatto nel 2009 non penso a quelli passati che non c'entrano una mazza, capolavori sono e capolavori rimangono ma......do un 10 a The Dark Knight e sono felice...diamo il giusto riconoscimento ai film contemporanei quando (soggettivamente) se lo meritano.......ogni tanto pensare futurista non fa male..... ;)
Devo tenermi la mia angoscia. La devo proteggere. Perche' mi serve: mi mantiene scattante, reattivo, come devo essere.
Al Pacino in Heat di Micheal Mann
DeathstreetboyZ FB page --> https://www.facebook.com/groups/100156690494/
Mio album 500px --> http://500px.com/AntonioGiampaolo
Mio album Flickr --> http://www.flickr.com/photos/Jamp82
Avatar utente
hicks82
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 4267
Iscritto il: mercoledì 16 novembre 2005, 20:02
Località: NeoCapunac

Re: Controcorrente: il caso Eastwood

Messaggioda Dark-Moor » venerdì 3 aprile 2009, 1:46

Il tuo discorso non fa una piega è giusto, per me è un altro discorso, The dark Knight arriva al massimo a un 6 e qui dentro mi sa che è una bestemmia :ok
Avatar utente
Dark-Moor
Nuovo Utente
Nuovo Utente
 
Messaggi: 100
Iscritto il: venerdì 7 novembre 2008, 13:18
Località: Pescara

Re: [Controcorrente] Il caso Eastwood

Messaggioda Invisible » venerdì 3 aprile 2009, 2:47

Barbazza ha scritto:
Invisible ha scritto:Anzi, va aggiunto che, nel confronto con il lavori di altri registi, questi western che ho citato diventano poco meno che capolavori. ;)


Forse non ho capito bene, ma intendi che i western di Eastwood sono migliori dei film piu' recenti ? Perche' li' non ci siamo proprio, eh ;)
Clint e' maturato tardi, come dice giustamente Chandra pochi si aspettavano che dietro quel fascio di Dirty Harry si nascondesse un autore


Per me i suoi western sono tutti di altissimo livello, che poi si piazzino prima o dopo i film più recenti che ha fatto è, probabilmente, più una questione di gusti personali...
Ciò non vuol dire che non ritenga dei capolavori opere come I ponti di Madison County, Un mondo perfetto, Mystic River e... Gli Spietati ;)
"Lui era bellissimo, ma Lei non lo vedeva proprio..."

Immagine
"It's the most horrible thing I've ever seen in my life!"

Immagine THE CINEPUZZLE
Avatar utente
Invisible
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 13926
Iscritto il: domenica 30 maggio 2004, 19:36

Re: Controcorrente: il caso Eastwood

Messaggioda hicks82 » venerdì 3 aprile 2009, 7:18

Dark-Moor ha scritto:Il tuo discorso non fa una piega è giusto, per me è un altro discorso, The dark Knight arriva al massimo a un 6 e qui dentro mi sa che è una bestemmia :ok


De gustibus ;)
Fai te che io invece non capisco come mai ogni film "targato" Burton sia "bellissimo, geniale, poetico, ecc. ecc.".......perfino la Fabbrica di Cioccolato......bbbbbah!
Devo tenermi la mia angoscia. La devo proteggere. Perche' mi serve: mi mantiene scattante, reattivo, come devo essere.
Al Pacino in Heat di Micheal Mann
DeathstreetboyZ FB page --> https://www.facebook.com/groups/100156690494/
Mio album 500px --> http://500px.com/AntonioGiampaolo
Mio album Flickr --> http://www.flickr.com/photos/Jamp82
Avatar utente
hicks82
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 4267
Iscritto il: mercoledì 16 novembre 2005, 20:02
Località: NeoCapunac

Re: Controcorrente: il caso Eastwood

Messaggioda leone510 » venerdì 3 aprile 2009, 7:47

Cmq sul fatto dei voti non sono d'accordo, se Metropolis prende 10 allora Il cavaliere oscuro prende 6? Assolutamente no!

Il cavaliere oscuro è stato uno dei migliori film mai realizzati per un fumetto, il 10 ci stà tutto (può essere 9 o 8 e 1/2 ora non mi soffermo), cosi come Metropolis, è tuttora materia di studio per i cineasti e appassionati di ogni genere e età!

Un film bisogna giudicarlo per quello che è, non guardarlo in un contesto generale, ognuno è il massimo in una categoria, l'esempio più chiaro è questo che vi posto sotto:

"Maradona è stato il più grande calciatore della storia, quindi diamogli un 10, ebbene (per citarne uno) Baresi è stato il più grande difensore della storia, quindi diamo 10 anche a lui o gli diamo 6???"

Io non credo che darete il 6 a Baresi, nemmeno un interista oserebbe mai!

Questo a farvi capire che non bisogna fare una classifica per voto, dove uno prende 10 e tutti gli altri sotto, nella storia del cinema ci saranno almeno 100 film che meritano il 10, ognuno è il "Re" nel suo genere (ma può cmq essere eguagliato da uno o più film), come "2001 Odissea nello spazio" per la fantascienza, "Ombre rosse" per il genere western e cosi via! :-21
Avatar utente
leone510
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 6366
Iscritto il: sabato 11 giugno 2005, 10:39
Località: napoli

Re: Controcorrente: il caso Eastwood

Messaggioda Dark-Moor » venerdì 3 aprile 2009, 9:52

Beh 10 a Metropolis e 6 al cavaliere oscuro sono i miei voti, è il mio modo di giudicare, come dice giustamente hicks82 de gustibus.
Avatar utente
Dark-Moor
Nuovo Utente
Nuovo Utente
 
Messaggi: 100
Iscritto il: venerdì 7 novembre 2008, 13:18
Località: Pescara

Re: Controcorrente: il caso Eastwood

Messaggioda tAldo » venerdì 3 aprile 2009, 10:13

per tornare al concetto di capolavoro relativo al mondo del cinema
capolavoro dell'artista
si intende anche quello per cui la maggioranza delle persone è un film schifoso ma resta il migliore della filmografia del regista
in questo caso si parla "del capolavoro del regista" ma difficilmente troveremo qualcuno che dice questo
capolavoro dell'arte
il primo film
capolavoro di un epoca
può essere il primo film con l'avvento del sonoro
il primo film a colori
il primo effetti speciali......e via dicendo
comunque che segnano un cambiamento di rotta od inizio genere
ma il termine capolavoro può assumere anche valore soggettivo in base all'interpretazione e il giudizio che uno ha su un film o meglio se dico "questo film per me è un capolavoro" e spiego i motivi per cui la mia opinione è valida anche se non condivisa rimane comunque per la stessa persona un capolavoro (ad uno non si può obbligare di guardare tutto) poi magari gli si dice "..eh ma poi non hai visto questo..." e dopo la visione può cambiare idea
Questo è quello che io interpreto poi magari sbaglio
:-9
Avatar utente
tAldo
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 8020
Iscritto il: mercoledì 19 dicembre 2007, 0:11
Località: Faenza

Re: [Controcorrente] Il caso Eastwood

Messaggioda Barbazza » venerdì 3 aprile 2009, 12:52

Invisible ha scritto:Per me i suoi western sono tutti di altissimo livello, che poi si piazzino prima o dopo i film più recenti che ha fatto è, probabilmente, più una questione di gusti personali...


No, e' piu' una questione che NCUNCDC :-27
Anche perche'...
Ciò non vuol dire che non ritenga dei capolavori opere come I ponti di Madison County, Un mondo perfetto, Mystic River e... Gli Spietati ;)

Appunto, non saremo mica al livello di Bronco Billy o Firefox. O sbaglio ?

leone510 ha scritto:"Maradona è stato il più grande calciatore della storia, quindi diamogli un 10, ebbene (per citarne uno) Baresi è stato il più grande difensore della storia, quindi diamo 10 anche a lui o gli diamo 6???"

Io non credo che darete il 6 a Baresi, nemmeno un interista oserebbe mai!


Sì, il calcio e' molto diverso, ma provo a seguirti: Maradona quando viene messo a confronto con i piu' grandi calciatori di tutti i tempi che avversari ha ? Sono sempre gli stessi: Pele', soprattutto. E poi Crujff, Di Stefano, Eusebio. Sempre pochissimi nomi: non c'e' Lavezzi, Gattuso o Cassano.

Questo a farvi capire che non bisogna fare una classifica per voto, dove uno prende 10 e tutti gli altri sotto, nella storia del cinema ci saranno almeno 100 film che meritano il 10, ognuno è il "Re" nel suo genere (ma può cmq essere eguagliato da uno o più film), come "2001 Odissea nello spazio" per la fantascienza, "Ombre rosse" per il genere western e cosi via! :-21


Certo, sono almeno 100 (ma anche di piu'): ma tra questi che ci fa Il Cavaliere Oscuro ? :lol
Il miglior film tratto da fumetto ?
E che categoria cinematografica sarebbe ?
Mi pare un po' la pubblicita' del Ti piace vincere facile ? Ponci ponci pon pon...and the winner is...The Dark Knight ! ;)
Say, where did I see this guy?
In Red River?
Or A Place in the Sun?
Maybe the Misfits?
Or From Here to Eternity?


Saluti, B.
Avatar utente
Barbazza
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 5788
Iscritto il: martedì 12 luglio 2005, 19:38

Re: Controcorrente: il caso Eastwood

Messaggioda tAldo » venerdì 3 aprile 2009, 14:21

Invisible ha scritto:Ovvio che ognuno di noi ha dei gusti e dei punti di vista differenti. Ma la parola "Capolavoro" è appunto una di quelle che mettono d'accordo gusti e giudizi, che ha una portata di universalità riconosciuta.

qui vedo come il mio post ultimo
Invisible ha scritto:MILLION DOLLAR BABY
..........Comunque, qualche neo c’è (ad esempio, il tema dell'eutanasia, non essendo centrale, è presentato con molta approssimazione), a smorzare un po’ gli elogi (l’opera si è aggiudicata quattro Oscar) e a non farci gridare al capolavoro

Scusa Inv non vorrei aver interpretato male ma non era fondamentale approfondire sull'eutanasia in quanto il film lanciava un'altro messaggio e secondo me l'approssimazione ci sta tutta altrimenti sarebbe stato un film ambientato in ospedale con tutti i drammi stile Englaro di cui andar bene faranno anche un film
Cioè non mi viene da pensare all'imperfezione perchè un tema non viene trattato più ampiamente
ma è inevitabile che quando il messaggio è uno non puoi soffermarti troppo sulle altre questioni altrimenti si fa un documentario giornalistico che tratta dei vari argomenti o addirittura si perde il filo logico
Nel film lo sconfitto non è tanto Maggie Fitzgerald (HILARY SWANK)consapevole dell'occasione avuta ma non sfruttata o Scrap(M.Freeman) che tutto sommato si è ritagliato un nuovo ruolo, ma è Frankie Dunn (CLINT EASTWOOD) che oltre a tutto con la sua azione sull'eutanasia deve probabilmente continuare a vivere di rimorsi perchè quello è il suo personaggio cioè l'elemento che nella società ha una visione globalizzata delle cose e sa che le sue decisioni comportano reazioni e nel suo caso devastanti poichè portano ad un animo inquieto
Non è che Frankie fa il fruttivendolo ed ha la sua commessa con dei problemi di salute qui la storia è concentrata sull'occasione, la consapevolezza del mancato sfruttamento dell'occasione e delle reazioni alle mancate occasioni
:-9
Avatar utente
tAldo
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 8020
Iscritto il: mercoledì 19 dicembre 2007, 0:11
Località: Faenza

Re: [Controcorrente] Il caso Eastwood

Messaggioda Invisible » venerdì 3 aprile 2009, 14:51

Barbazza ha scritto:
Invisible ha scritto:Per me i suoi western sono tutti di altissimo livello, che poi si piazzino prima o dopo i film più recenti che ha fatto è, probabilmente, più una questione di gusti personali...


No, e' piu' una questione che NCUNCDC :-27


M'inchino al venerabile maestro d'essaY :riverisco

Immagine

:-29

Anche perche'...
Ciò non vuol dire che non ritenga dei capolavori opere come I ponti di Madison County, Un mondo perfetto, Mystic River e... Gli Spietati ;)

Appunto, non saremo mica al livello di Bronco Billy o Firefox. O sbaglio ?


Infatti, anche per me questi titoli citati sono tra i "minori" di Eastwood...


Ma, vorrei ritornare sull'intervento di j che, stranamente, è passato sotto silenzio, nonostante sia un attacco ben più feroce (ma portato con grande affetto ed ammirazione) al mito di Zio Clint delle pinze e chiodini di mastro Barbazza... :-)

j ha scritto:E proprio da persona che ama profondamente il suo cinema, dico che spesso in nome di uno status d'intoccabilità che ha saputo guadagnarsi con il tempo, si sono chiusi gli occhi su un sacco di scivoloni che il suo ottimo cinema ha fatto: parlo di una persistente "retorica dell'antiretorica" che avvolge i suoi antieroi e i suoi perdenti, che spesso finisce con il sortire l'effetto contrario a quello desiderato; parlo dell'incapacità di saper tratteggiare figure di sfondo "a tutto tondo" che sventino il pericolo della pretestuosità di certe soluzioni (perché i personaggi che attorniano gli antieroi dei film di Eastwood sono SEMPRE avidi, brutti, corrotti sporchi e cattivi? O al massimo deboli e stupidi?); parlo di un rigore spesso portato all'eccesso che diventa maniera.
[...]
Prese le misure alle zavorre che da sempre il cinema di Eastwood si porta dietro (di sicuro nell'ultima acclamatissima fase della sua carriera), si può finalmente cominciare a snocciolare i soliti indiscussi motivi per i quali, come per tutti i grandi prolifici vecchi, attorno a singole opere cardine è in realtà l'intera idea di cinema che sottende alla sua filmografia a renderlo un enorme cineasta, nonostante tutte le sbavature di cui quasi nessun'opera è immune.


La "retorica dell'antiretorica" non è male ;) Magari proprio per questo, per svincolarsi da un cinema che abbia al centro sempre un unico assoluto protagonista, dopo Gran Torino ha deciso di passare la mano come attore, in modo da concentrarsi sui volti singoli, a volte anonimi e però del tutto funzionali, all'interno di una storia collettiva. Penso, ad esempio, allo stile "impersonale" ma altrettanto fortemente segnato dalle rughe del suo cinema di Lettere da Iwo Jima, dove l'antiretorica sconfigge la maniera perché si tratta solo di una delle due facce di una storia tragica e collettiva, che Eastwood ha voluto raccontare insieme all'altra faccia, quella che di solito era la protagonista conclamata, quella di Flags of our fathers...

@tAldo
Non si tratta di approfondire il tema dell'eutanasia in un film in cui non era centrale. Ma in Million Dollar Baby l'argomento ha un suo quid definito dal filo rosso della sceneggiatura (peraltro, forse, la colpa è più dello sceneggiatore Haggis), e mi spiace dirlo, con il prefinale della scena dell'ospedale si cade proprio nel semplicistico e nella scarsa considerazione di fronte ad un tema così delicato. Bastava poco (una maggior cura nei dettagli della scena) per ovviare all'imperfezione.
"Lui era bellissimo, ma Lei non lo vedeva proprio..."

Immagine
"It's the most horrible thing I've ever seen in my life!"

Immagine THE CINEPUZZLE
Avatar utente
Invisible
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 13926
Iscritto il: domenica 30 maggio 2004, 19:36

Re: [Controcorrente] Il caso Eastwood

Messaggioda Barbazza » venerdì 3 aprile 2009, 16:02

Invisible ha scritto:Infatti, anche per me questi titoli citati sono tra i "minori" di Eastwood...


Ok, Bronco Billy e Firefox sono minori: ma gli altri western di Clint si avvicinano a Gli Spietati ? O a Mystic River e A Perfect World ? Dai, e' un'eresia che neanche il tuo amato Nocturno...

La "retorica dell'antiretorica" non è male ;) Magari proprio per questo, per svincolarsi da un cinema che abbia al centro sempre un unico assoluto protagonista, dopo Gran Torino ha deciso di passare la mano come attore, in modo da concentrarsi sui volti singoli, a volte anonimi e però del tutto funzionali, all'interno di una storia collettiva. Penso, ad esempio, allo stile "impersonale" ma altrettanto fortemente segnato dalle rughe del suo cinema di Lettere da Iwo Jima, dove l'antiretorica sconfigge la maniera perché si tratta solo di una delle due facce di una storia tragica e collettiva, che Eastwood ha voluto raccontare insieme all'altra faccia, quella che di solito era la protagonista conclamata, quella di Flags of our fathers...


Sì, credo che Eastwood faccia bene a lasciar perdere la carriera d'attore. Magari puo' riservarsi qualche piccolo ruolo, ma per i ruoli da protagonista e' giusto che lasci perdere: anche perche' non e' che parliamo di Bette Davis, Katherine Hepburn o Laurence Olivier. E' un attore completamente diverso, un'icona simbolica e granitica che si porta dietro un bisogno di fisicita' che fa un po' a pugni con un uomo di 80 anni.

Le osservazioni di j sono corrette in sostanza, anche se almeno in Potere Assoluto Eastwood e' riuscito a trovare la quadratura del cerchio per quanto riguarda sottotrame e personaggi "di contorno": certo, avere Gene Hackman, Judy Davis e Ed Harris in squadra direi che puo' aiutare.
E anche sulla carriera di Eastwood concordo, soprattutto se ci riferiamo al lungo periodo: a mio parere Clint e' il regista piu' importante degli ultimi 15 anni, considerando sia i picchi che i buoni film (sotto non c'e' mai andato...)

Invisible ha scritto:@tAldo
Non si tratta di approfondire il tema dell'eutanasia in un film in cui non era centrale. Ma in Million Dollar Baby l'argomento ha un suo quid


E direi. Se l'autore dedica un terzo ( o di piu') del film ad un tema, mi pare che ritenga l'argomento importante all'interno della storia.
Say, where did I see this guy?
In Red River?
Or A Place in the Sun?
Maybe the Misfits?
Or From Here to Eternity?


Saluti, B.
Avatar utente
Barbazza
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 5788
Iscritto il: martedì 12 luglio 2005, 19:38

Re: [Controcorrente] Il caso Eastwood

Messaggioda tAldo » venerdì 3 aprile 2009, 17:13

Barbazza ha scritto: E direi. Se l'autore dedica un terzo ( o di piu') del film ad un tema, mi pare che ritenga l'argomento importante all'interno della storia.

un terzo? allora devo andare a ricontrollare non ricordavo così tanto tempo :-4
:-9
Avatar utente
tAldo
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 8020
Iscritto il: mercoledì 19 dicembre 2007, 0:11
Località: Faenza

Re: [Controcorrente] Il caso Eastwood

Messaggioda leone510 » venerdì 3 aprile 2009, 18:28

Barbazza ha scritto:
leone510 ha scritto:"Maradona è stato il più grande calciatore della storia, quindi diamogli un 10, ebbene (per citarne uno) Baresi è stato il più grande difensore della storia, quindi diamo 10 anche a lui o gli diamo 6???"

Io non credo che darete il 6 a Baresi, nemmeno un interista oserebbe mai!


Sì, il calcio e' molto diverso, ma provo a seguirti: Maradona quando viene messo a confronto con i piu' grandi calciatori di tutti i tempi che avversari ha ? Sono sempre gli stessi: Pele', soprattutto. E poi Crujff, Di Stefano, Eusebio. Sempre pochissimi nomi: non c'e' Lavezzi, Gattuso o Cassano.

Questo a farvi capire che non bisogna fare una classifica per voto, dove uno prende 10 e tutti gli altri sotto, nella storia del cinema ci saranno almeno 100 film che meritano il 10, ognuno è il "Re" nel suo genere (ma può cmq essere eguagliato da uno o più film), come "2001 Odissea nello spazio" per la fantascienza, "Ombre rosse" per il genere western e cosi via! :-21


Certo, sono almeno 100 (ma anche di piu'): ma tra questi che ci fa Il Cavaliere Oscuro ? :lol
Il miglior film tratto da fumetto ?
E che categoria cinematografica sarebbe ?
Mi pare un po' la pubblicita' del Ti piace vincere facile ? Ponci ponci pon pon...and the winner is...The Dark Knight ! ;)



Vedi? Tu lo affianchi quando dici che ci fa in mezzo a quelli? Non devi affiancarlo, è una cosa a se, molti lo considerano come capolavoro di film del genere tratto da fumetto, fantascienza, azione o fantastico non so, e ci può stare perchè no?


Tu invece lo metti insieme a "Metropolis" o a "Il Padrino", e li che sbagli, non regge il confronto con loro, sarà anche un capolavoro nel suo genere, ma affiancato a questi 2 il paragone non regge, cadrebbe giù come una pera cotta!

Io di affiancarlo a sti 2 che ho citato non me lo sogno nemmeno la notte ci mancherebbe! :-21
Avatar utente
leone510
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 6366
Iscritto il: sabato 11 giugno 2005, 10:39
Località: napoli

Re: [Controcorrente] Il caso Eastwood

Messaggioda Invisible » venerdì 3 aprile 2009, 19:19

Barbazza ha scritto:
Invisible ha scritto:Infatti, anche per me questi titoli citati sono tra i "minori" di Eastwood...


Ok, Bronco Billy e Firefox sono minori: ma gli altri western di Clint si avvicinano a Gli Spietati ? O a Mystic River e A Perfect World ? Dai, e' un'eresia che neanche il tuo amato Nocturno...


Per me, non saranno al livello de Gli spietati, ma si avvicinano almeno agli altri che hai detto, nel senso che ad un Texano dagli occhi di ghiaccio e a un Cavaliere pallido l'8 glielo darei...
"Lui era bellissimo, ma Lei non lo vedeva proprio..."

Immagine
"It's the most horrible thing I've ever seen in my life!"

Immagine THE CINEPUZZLE
Avatar utente
Invisible
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 13926
Iscritto il: domenica 30 maggio 2004, 19:36

Re: [Controcorrente] Il caso Eastwood

Messaggioda Galbo » venerdì 3 aprile 2009, 20:30

Invisible ha scritto:
Barbazza ha scritto:
Invisible ha scritto:Infatti, anche per me questi titoli citati sono tra i "minori" di Eastwood...


Ok, Bronco Billy e Firefox sono minori: ma gli altri western di Clint si avvicinano a Gli Spietati ? O a Mystic River e A Perfect World ? Dai, e' un'eresia che neanche il tuo amato Nocturno...


Per me, non saranno al livello de Gli spietati, ma si avvicinano almeno agli altri che hai detto, nel senso che ad un Texano dagli occhi di ghiaccio e a un Cavaliere pallido l'8 glielo darei...

concordo, specie per il primo :-23
Avatar utente
Galbo
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 9963
Iscritto il: lunedì 1 dicembre 2003, 11:44
Località: Reggio Calabria

Re: Controcorrente: il caso Eastwood

Messaggioda Dick Laurent » venerdì 3 aprile 2009, 20:40

Barbazza ha scritto:Prima di tutto sei un cornutazzo, tu e quell'altro brufoloso Lynchiano ( anche lui su Onda ?) siete spariti del tutto e cio' non e' bello. Buonissimi motivi per ambedue, sicuramente, ma cornutazzi uguale


No, non sono passato su onda, preferisco la gentaglia che bazzica qui ^^...sono scomparso ovunque per mere questioni di tempo, anche la mia presenza nei cinema si è drasticamente ridotta purtroppo.
L'ultimo di Clint però non me lo sono perso, quindi posso dire qualcosa: intanto il film, che ho trovato ottimo, ben ritmato e forte, divertente e commovente. Changeling mi aveva già convinto meno, rimanendo comunque un gran bel film. Eastwood sopravvalutato? Probabilmente un po', ma non cadiamo nell'errore opposto: a cercare il pelo per andare un po' controcorrente si sta rischiando di svalutare troppo film di grande spessore. Non sono a livello di Mystic River o de Gli Spietati? Vero, ma Gran Torino credo sia la cosa migliore si sia vista in questi primi quattro mesi, non mi sembra poco.

:-9
Avatar utente
Dick Laurent
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 2495
Iscritto il: martedì 20 marzo 2007, 17:00
Località: Mulholland drive...

Re: Controcorrente: il caso Eastwood

Messaggioda TomCruise » venerdì 3 aprile 2009, 23:51

dico la mia..
Non credo che i film di Eastwood siano capolavori, ma a mio modo di vedere rappresentano al meglio "IL CINEMA" vecchio stampo, fatto di storie e recitazioni, senza il minimo bisogno di incorrere a costose produzioni. Queste caratteristiche, le vedo solo negli ultimi film di Cronenberg :ok
Immagine
Avatar utente
TomCruise
Utente Senior
Utente Senior
 
Messaggi: 2078
Iscritto il: venerdì 13 gennaio 2006, 16:24
Località: Napoli

Re: Controcorrente: il caso Eastwood

Messaggioda tAldo » sabato 4 aprile 2009, 0:38

voglio dire anche questa
è scritto tutto nella definizione del topic di apertura
@ Barbazza
Capolavoro
s. m. [pl. capolavori, rar. capilavori]
1 opera eccellente; l'opera migliore di un autore, di un'arte, di una corrente letteraria o artistica, di un'epoca: questa statua è un capolavoro; l'«Orlando Furioso» è il capolavoro di Ludovico Ariosto | che capolavoro!, (iron.) per sottolineare che una cosa è molto brutta

poi io ho lanciato nel mio primo post prendendo spunto a million dollar baby dicendo che ad ogni periodo storico corrispondeva un film specchio del tempo
partendo da questo presupposto possiamo intendere anche come dice la definizione il capolavoro di un epoca
e se l'epoca è intesa come indicazione di un intervallo di tempo nel quale determinati avvenimenti accadono non capisco perchè non si possa parlare di capolavoro dell'anno o degli ultimi 6 mesi e così via cioè secondo me è il riferimento o l'accostamento al termine che da il senso più completo poi se uno vuole intendere sempre il capolavoro per l'intero arco da quando è nato il cinema è un'altra cosa ma di per se il termine capolavoro se non spiegato non ha valore
:-9
Avatar utente
tAldo
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 8020
Iscritto il: mercoledì 19 dicembre 2007, 0:11
Località: Faenza

Re: [Controcorrente] Il caso Eastwood

Messaggioda Barbazza » sabato 4 aprile 2009, 2:23

leone510 ha scritto:Vedi? Tu lo affianchi quando dici che ci fa in mezzo a quelli? Non devi affiancarlo, è una cosa a se, molti lo considerano come capolavoro di film del genere tratto da fumetto, fantascienza, azione o fantastico non so, e ci può stare perchè no?


Non sono io che lo affianco: infatti a un film do' 9 e all'altro 6, per quel poco che valgono i (miei) voti. Ma un film e' un film, mi dispiace: non per forza il miglior film coi supereroi deve avere 10. O il miglior film con Alvaro Vitali, quello tratto da Jane Austen e il miglior film svizzero. Se a Gola Profonda do' lo stesso voto di Apocalypse Now li metto sullo stesso livello: va benissimo, ma prendiamoci le nostre responsabilita' ;)

Dick Laurent ha scritto:No, non sono passato su onda, preferisco la gentaglia che bazzica qui ^^...sono scomparso ovunque per mere questioni di tempo, anche la mia presenza nei cinema si è drasticamente ridotta purtroppo.


Basta dare del cornutazzo e ritornano, buono a sapersi :lol
Ho perso un po' i conti ma forse ho capito perche' latitavi: matura ?

Eastwood sopravvalutato? Probabilmente un po', ma non cadiamo nell'errore opposto: a cercare il pelo per andare un po' controcorrente si sta rischiando di svalutare troppo film di grande spessore.


No, quello mai: solo che e' piu' interessante parlare del cinema di Eastwood ( capolavori o meno che siano) che di altri film che lasciano il tempo che trovano.

tAldo ha scritto:il capolavoro di un epoca
e se l'epoca è intesa come indicazione di un intervallo di tempo nel quale determinati avvenimenti accadono non capisco perchè non si possa parlare di capolavoro dell'anno o degli ultimi 6 mesi e così via
:-9


E vabbe', ma cerchiamo di restare nel buon senso: da quando un'epoca e' un anno, sei mesi o una settimana ? :think
Say, where did I see this guy?
In Red River?
Or A Place in the Sun?
Maybe the Misfits?
Or From Here to Eternity?


Saluti, B.
Avatar utente
Barbazza
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 5788
Iscritto il: martedì 12 luglio 2005, 19:38

Re: [Controcorrente] Il caso Eastwood

Messaggioda leone510 » sabato 4 aprile 2009, 5:52

Barbazza ha scritto: Non sono io che lo affianco: infatti a un film do' 9 e all'altro 6, per quel poco che valgono i (miei) voti. Ma un film e' un film, mi dispiace: non per forza il miglior film coi supereroi deve avere 10. O il miglior film con Alvaro Vitali, quello tratto da Jane Austen e il miglior film svizzero. Se a Gola Profonda do' lo stesso voto di Apocalypse Now li metto sullo stesso livello: va benissimo, ma prendiamoci le nostre responsabilita' ;)




Ma guarda che io dicevo proprio questo, il miglior film di un supereroe può anche arrivare al 7 o 8 e non più, mica dicevo che deve avere per forza 10, il 10 lo hanno dato gli altri non io!

Ma qualora arrivasse a 10 non sarebbe paragonabile al 10 de "Il Padrino" o "Metropolis", perchè sono genere diversi e hanno dalla loro decenni di fama e irraggiungibilità! ;)


In pratica mi sembra che io e te dicessimo la stessa cosa senza capirci, o meglio, ero io a non capire te, ora è tutto chiaro! :-21
Avatar utente
leone510
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 6366
Iscritto il: sabato 11 giugno 2005, 10:39
Località: napoli

Re: [Controcorrente] Il caso Eastwood

Messaggioda tAldo » sabato 4 aprile 2009, 9:15

Barbazza ha scritto:
tAldo ha scritto:il capolavoro di un epoca
e se l'epoca è intesa come indicazione di un intervallo di tempo nel quale determinati avvenimenti accadono non capisco perchè non si possa parlare di capolavoro dell'anno o degli ultimi 6 mesi e così via
:-9


E vabbe', ma cerchiamo di restare nel buon senso: da quando un'epoca e' un anno, sei mesi o una settimana ? :think

non si usa dire anche l'epoca della fioritura o della potatura? in questo caso una stagione se non meno
:-9
Avatar utente
tAldo
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 8020
Iscritto il: mercoledì 19 dicembre 2007, 0:11
Località: Faenza

Re: [Controcorrente] Il caso Eastwood

Messaggioda Barbazza » sabato 4 aprile 2009, 11:47

tAldo ha scritto:non si usa dire anche l'epoca della fioritura o della potatura? in questo caso una stagione se non meno
:-9


Gia', mi pare che qui lo si possa usare tranquillamente ;)
http://forum.giardinaggio.it/
Say, where did I see this guy?
In Red River?
Or A Place in the Sun?
Maybe the Misfits?
Or From Here to Eternity?


Saluti, B.
Avatar utente
Barbazza
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 5788
Iscritto il: martedì 12 luglio 2005, 19:38

Re: [Controcorrente] Il caso Eastwood

Messaggioda tAldo » sabato 4 aprile 2009, 14:48

Barbazza ha scritto:
tAldo ha scritto:non si usa dire anche l'epoca della fioritura o della potatura? in questo caso una stagione se non meno
:-9


Gia', mi pare che qui lo si possa usare tranquillamente ;)
http://forum.giardinaggio.it/

ho notato una sottile ironia
vorresti dire che è meglio che mi dedichi ad un'altro hobby ? :-27
Avatar utente
tAldo
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 8020
Iscritto il: mercoledì 19 dicembre 2007, 0:11
Località: Faenza

Re: [Controcorrente] Il caso Eastwood

Messaggioda Barbazza » sabato 4 aprile 2009, 23:39

tAldo ha scritto:ho notato una sottile ironia
vorresti dire che è meglio che mi dedichi ad un'altro hobby ? :-27


Ma no, dai. E poi e' finita l'epoca della sottile ironia, stiamo entrando nell'era dell'Acquario. Fra una settimana chissa' ;)

Aquariuoouss...aquariuuuussss
Say, where did I see this guy?
In Red River?
Or A Place in the Sun?
Maybe the Misfits?
Or From Here to Eternity?


Saluti, B.
Avatar utente
Barbazza
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 5788
Iscritto il: martedì 12 luglio 2005, 19:38

Re: Controcorrente: il caso Eastwood

Messaggioda tAldo » domenica 5 aprile 2009, 14:39

HAIR....onia!!!!
Immagine
:-9
Ultima modifica di tAldo il sabato 30 maggio 2009, 8:23, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
tAldo
Utente Avanzato
Utente Avanzato
 
Messaggi: 8020
Iscritto il: mercoledì 19 dicembre 2007, 0:11
Località: Faenza

PrecedenteProssimo

Torna a Cinema

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti